/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 07 novembre 2020, 19:28

Bagarre su Finale Ambiente, il gruppo "Le Persone al Centro": "Dall'amministrazione scarsa capacità e poca trasparenza"

La minoranza controreplica al sindaco e al presidente della partecipata

Bagarre su Finale Ambiente, il gruppo "Le Persone al Centro": "Dall'amministrazione scarsa capacità e poca trasparenza"

"Come il conte Duval e il suo suggeritore maldestro, il sindaco e la presidente di Finale Ambiente manifestano gravi difficoltà anche solo nel ripetere parole contenute in atti ufficiali sottoposti all’attenzione del Consiglio comunale". Questa la nuova replica da parte del gruppo consiliare "Le Persone al Centro". 

"A pagina 32 del Report infraperiodale, redatto da Finale Ambiente e non da quei cattivoni della minoranza, si legge testualmente: 'In data 20 aprile 2020, la Società ha formalizzato una richiesta di riduzione dei canoni di gestione al comune di Finale Ligure per ciò che concerne l’affidamento della gestione dei parcheggi a pagamento e del porto. In data 24 agosto 2020 la richiesta, cui non è pervenuto riscontro, è stata reiterata e alla data di approvazione del presente documento risulta ancora inevasa'. Sarebbe interessante capire dove risulti l’irresponsabilità della minoranza nel rilevare l’affermazione contenuta in una relazione pubblica, mentre invece risulta chiarissimo la scarsa capacità e trasparenza che avvolge l’amministrazione comunale"

"Finale Ambiente, per garantire l’equilibro finanziario, ha richiesto per ben due volte la riduzione dei canoni di gestione dei parcheggi e del Porto da versarsi al Comune, rispettivamente ammontanti a 200 mila euro e circa 400 mila. L’amministrazione Comunale ha fatto orecchie da mercante e non ha inspiegabilmente risposto alle due note, non si capisce se per incapacità o supponenza. A parte la puerile sindrome complottista manifestata nello scomposto comunicato stampa, viene affermato come gli Uffici stiano lavorando per evitare la perdita di bilancio" prosegue il gruppo consiliare. 

"Scoperchiarne l’incapacità e la supponenza è risultato indigesto all’amministrazione, tuttavia permane l’urgente interrogativo mosso in Consiglio comunale: come verrà risolto il problema? Verranno opportunamente tagliate spese oppure sarà impiegato parte dell’avanzo disponibile, ancora parcheggiato nelle pieghe del bilancio? Si sta dalla parte dei lavoratori e della Società con la trasparenza, non certo con atteggiamenti che ne rappresentano l’esatto contrario". 

"La prossima volta saremmo comunque grati al sindaco (o al povero assessore in questo caso esautorato) se vorranno rispondere in Consiglio comunale, invece di fare scena muta come al solito. All'Amministrazione è chiara la nozione di democrazia o costituisce solo un fastidioso inconveniente?" conclude il gruppo consiliare "Le Persone al Centro". 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium