/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 20 novembre 2020, 16:06

Savona 2021, riunione Ripamonti-consiglieri Lega con l'esclusione degli assessori. Vicesindaco Arecco: "Esperienza politica complessa, osteggiata da 'fuoco amico'"

L'assessore alla viabilità e all'urbanistica non le manda a dire facendo il punto degli anni amministrativi

Savona 2021, riunione Ripamonti-consiglieri Lega con l'esclusione degli assessori. Vicesindaco Arecco: "Esperienza politica complessa, osteggiata da 'fuoco amico'"

Il senatore e commissario provinciale della Lega Paolo Ripamonti organizza una riunione in videoconferenza con i consigliere comunali del Carroccio escludendo i tre assessori del comune di Savona (chiedendogli però un report del loro operato) Maria Zunato, Massimo Levrero e Massimo Arecco e quest'ultimo ha deciso di rispondere alla decisione dell'ex assessore alla sicurezza facendo il punto sui 5 anni di amministrazione a Palazzo Sisto.

"L'incontro pare fosse finalizzato all'esclusione dalle prossime elezioni comunali degli stessi attuali assessori, in quanto ritenuti colpevoli di non collaborare a sufficienza con l'attuale segreteria cittadina e di non svolgere appieno il mandato ricevuto dal partito. Credo non sia un segreto per alcuni che l'esperienza politica acquisita in questi anni amministrando il Comune di Savona, sia stata complessa, talvolta difficile, anche perché osteggiata da “fuoco amico”. Ciò nonostante, la mia personale esperienza con l'attuale amministrazione è quasi giunta al termine del mandato e di questo ne sono personalmente fiero. Il giudizio finale sul mio operato sarà dei savonesi, ed in ogni caso, per me, l'esperienza vissuta sarà stata occasione di di crescita umana e di sfida con me stesso" spiega il vicesindaco e assessore all'urbanistica e alla viabilità.

"In questi ultimi cinque anni, molte cose sono cambiate nella vita di ciascuno di noi e per la società nel suo complesso. Anche il mio partito, la Lega, ha mutato radicalmente pelle: siamo passati dal 2% a livello locale, a percentuali a due cifre. Cinque anni fa eravamo in pochi, sia nel partito, sia come elettori. Negli ultimi due anni circa, la situazione si è notevolmente trasformata in casa Lega: il consenso acquisito tra la gente attira chiunque, anche taluni che, fino a poco prima "ti schifavano" e poi, da un certo momento in avanti, hanno scoperto di essere stati leghisti da sempre e quindi sembrano superarti in ortodossia e capacità amministrativa, prodighi di buoni consigli e scevri da responsabilità" continua Arecco.

"Personalmente, ed a nome dei miei colleghi assessori della Lega, rimango, come sempre, a disposizione del partito. L'ho fatto nei momenti difficili di questa consigliatura, a maggior ragione lo faccio oggi, che si iniziano a raccogliere i primi frutti di un faticoso lavoro di ricostruzione svolto dall'intera Giunta, partendo da un Comune che era in condizioni di pre dissesto. Fatta la tara delle nostalgie molto umane, ma poco politiche, la strada per giungere alle prossime elezioni comunali, sarà lunga, piena di imprevisti e colpi di scena. Deve essere, però, altrettanto chiaro che l'impegno potrà essere profuso solo in presenza di regole di convivenza e di rispetto reciproco. Il mio timore è che vengano ripetuti gli stessi errori strategici che hanno consegnato agli avversari importanti comuni come Albenga, Pietra Ligure, Finale, Vado" conclude il vicesindaco Massimo Arecco.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium