/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 25 novembre 2020, 07:00

Le regole per i dentisti di Genova e di tutte le località liguri durante il periodo di Covid

Andare dal dentista può essere piuttosto rischioso visto che tale professionista lavora a stretto contatto uno dei punti di trasmissione del virus, ovvero la bocca e lasciando inoltre il naso scoperto

Le regole per i dentisti di Genova e di tutte le località liguri durante il periodo di Covid

A causa della Pandemia da Covid-19 oggi svolgere determinate attività può esporre a possibili contagi, specie se si tratta di attività che hanno a che fare con la sanità. Andare dal dentista, infatti, può essere piuttosto rischioso visto che tale professionista lavora a stretto contatto uno dei punti di trasmissione del virus, ovvero la bocca e lasciando inoltre il naso scoperto. 

Anche la società italiana di Parodontologia e Implantologia (Sidp) consiglia vivamente di andare dal dentista solo per le urgenze e le problematiche gravi, i semplici controlli di routine possono aspettare. Se invece si avverte la necessità di recarsi dal dentista, la Sidp consiglia di effettuare una previa valutazione con il proprio dentista di fiducia mediante telefono. Rientrano nel novero delle urgenze ad esempio dolori acuti ai denti o alle gengive, infezioni, ascesso gengivale, o traumi. Tuttavia se il paziente dovesse essere un soggetto a rischio è preferibile rinviare l’appuntamento dal dentista.

Inoltre, se il proprio dentista non dovesse essere reperibile, ad esempio perché è in quarantena, è comunque possibile rivolgersi ad un altro professionista (sempre nei casi d’urgenza), come ad esempio un dentista a Genova o nelle maggiori città della Liguria.

Le regole da rispettare quando si va dal dentista

La società italiana di Parodontologia e Implantologia consiglia cinque semplici regole da rispettare quando si va da dentista a Genova o altra città, per poter ridurre notevolmente le possibilità di essere contagiati o di contagiare (nel caso di positivi asintomatici). Ovviamente se si avvertono i classici sintomi del Covid-19 (stanchezza accompagnata da febbre, malessere generale e perdita del gusto) è assolutamente consigliabile non uscire di casa e prenotare al più presto il tampone per accertare la positività o meno al virus.

La prima regola che la Sidp consiglia di osservare è lasciare i cappotti, le giacche, le borse, zaini, guanti, sciarpe ecc. nella sala d’attesa del professionista. È risaputo infatti che il covid riesce a sopravvivere per un determinato lasso di tempo anche all’esterno dell’organismo quindi è fondamentale non venire a contatto con gli indumenti altrui. Un’altra semplice regola da osservare è (ove possibile) indossare i copri-scarpe.

Ovviamente è necessario rispettare nella sala d’attesa la distanza minima di sicurezza e di tenere accesi gli impianti di ricircolo dell’aria (ove presenti) o di aprire ad intervalli regolari le finestre per favorire il cambio dell’aria nella sala d’attesa. È consigliabile inoltre tenere tablet, cellulari e altri dispositivi simili all’esterno dell’area clinica.

Questi infatti sono gli oggetti che mediamente tutti toccano con molta frequenza nell’arco di una giornata. Un ultimo consiglio: lavarsi continuamente le mani per almeno venti secondi prima di entrare nell’area clinica e non scambiarsi strette di mano con medici o con i propri collaboratori. Infine, la Sidp, viste le limitazioni di circolazione e i rischi di contagio, consiglia vivamente a tutti di prestare la massima attenzione all’igiene orale per evitare di ricorrere ai servizi dei dentisti, almeno per ora.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium