/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 15 gennaio 2021, 10:42

La scrittrice Patrizia Petruccione: "Nei miei romanzi racconto anche il mio amore per Albenga, Alassio, Genova e la Liguria"

Il suo nuovo "D'amicizia, d'amore e guerra" premiato con il primo posto al prestigioso concorso letterario "R come Romance"

La scrittrice Patrizia Petruccione: "Nei miei romanzi racconto anche il mio amore per Albenga, Alassio, Genova e la Liguria"

“D’amicizia, d’amore e guerra”, romanzo storico di Patrizia Petruccione, ha conquistato il primo posto al concorso “R come Romance 2020”, un premio letterario che ha come missione quella di valorizzare quelle opere narrative capaci di descrivere i sentimenti in modo intenso, profondo e articolato.

L’autrice, ospite dei microfoni di Radio Onda Ligure 101 ieri pomeriggio, prima di entrare nel dettaglio del suo “D’amicizia d’amore e guerra”, ha riassunto brevemente la sua vita, legata alla Liguria in modo profondo: l’amore per Genova, dove è nata e ha vissuto fino a 10 anni di età, il matrimonio e la parte di vita ad Alassio e poi quel capitolo fondamentale legato al liceo scientifico “Giordano Bruno” di Albenga, dove ha insegnato italiano e latino ed è stata anche vicepreside fino al pensionamento sopraggiunto nel 2006. Patrizia Petruccione sottolinea come questo amore per i suoi territori traspaia anche nelle trame dei suoi romanzi, tutti ambientati nelle nostre zone.

Ed arriviamo così a questo “D’amicizia, d’amore e guerra”. Ambientato nel periodo del fascismo, dal 1935 al 1945, narra le vicende di due insegnanti liceali genovesi che all’inizio vivono la trasformazione urbanistica e architettonica della loro città legata allo “Stile Littorio”, ma di colpo vedono la loro carriera stroncata a causa del loro antifascismo. Scappano dalla Liguria e vanno a combattere la Guerra di Spagna, avendo la peggio contro il dittatore Francisco Franco (che, come sappiamo, rimase al potere fino al 1975, anno della sua morte). I nostri due protagonisti tornano in Italia nel pieno delle Leggi Razziali e iniziano la loro missione nell’ombra per salvare tante vite agli ebrei stranieri. Colti sul fatto dai nazifascisti, vengono imprigionati a Ventotene e liberati dalle forze alleate. Una trama che ricostruisce i fatti di uno dei momenti più drammatici della storia italiana ed europea del Novecento. Lo scenario internazionale si intreccia con risvolti personali, di amore e di amicizia, come recita il titolo dell’opera. E soprattutto, con un’ultima parte ambientata nell’entroterra di Albenga e di Alassio, dove fu combattuta strenuamente la Guerra di Resistenza.

Dopo alcune brevi fiabe “rimaste nel cassetto” (come racconta la stessa autrice) e diversi racconti brevi, presentati e premiati in varie rassegne nazionali, il primo romanzo di Patrizia Petruccione è “Kalypigia” (2007), un poliziesco “tutto al femminile”, premiato con il titolo “Paesi e popoli” nel vercellese; le stesse due protagoniste vivono la trama di “Passioni svelate”, secondo romanzo che forse ha pagato il prezzo di essere uscito solo come e-book quando ancora questo tipo di supporto non era molto seguito, ma che ha vissuto una sua riscoperta durante il lockdown; il terzo romanzo, “Mare d’inganni”, è un thriller “ad alta tensione” che narra del sequestro di una petroliera nelle acque del Mar Ligure al largo della Gallinara da parte di terroristi internazionali, una vicenda che ha precorso tanti accadimenti recenti.

Ora Patrizia Petruccione anticipa ai microfoni di Radio Onda Ligure 101 di avere già pronti quattro romanzi “a quattro mani” con l’amico ed ex collega Riccardo Aicardi, già docente di storia e filosofia presso lo stesso liceo, con il quale hanno condiviso la carriera fino alla pensione.

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium