/ Dalla parte dei bambini

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Dalla parte dei bambini | 17 gennaio 2021, 15:22

Mai lo smartphone sotto i 2 anni

Gli studi mostrano un impatto negativo sullo sviluppo cognitivo e del linguaggio

Mai lo smartphone sotto i 2 anni

La rapida diffusione delle tecnologie digitali (tablet, smartphone, pc, realtà virtuale) ha colto di sorpresa la nostra società e le nostre famiglie, lasciandoci poco tempo per riflettere e studiare le conseguenze del loro uso nei bambini più piccoli.

Fortunatamente negli ultimi anni stanno emergendo raccomandazioni e studi sempre più autorevoli che mettono in guardia i genitori da un uso incontrollato di questi dispositivi: è stato dimostrato che l’uso di dispositivi elettronici nei bambini minori di un anno produce ritardi nello sviluppo cognitivo e del linguaggio, ugualmente l’uso di smartphone o tablet per “calmare” i bambini genera potenziali disturbi nell’autoregolazione, nello sviluppo socio-emotivo e nella relazione con i genitori.

Un'altra ricerca ha dimostrato che i bambini di età inferiore ai due anni non possono apprendere parole in autonomia guardando la TV a meno che non le utilizzino nelle relazioni quotidiane con genitori e coetanei. La relazione fra esseri umani è quindi un elemento fondamentale per lo sviluppo cognitivo e linguistico dei nostri figli.

Non dobbiamo mai dimenticare che i primi anni di vita di un bambino sono fondamentali nello sviluppo delle attività motorie, sensoriali, cognitive e relazionali. I genitori hanno il diritto di essere informati sulle conseguenze negative dell’uso delle nuove tecnologie e il dovere di tutelare i propri figli dai potenziali danni che queste possono causare. Le tecnologie digitali non sono totalmente “buone” o “cattive” ma, in quanto strumenti, devono essere utilizzate con attenzione, cautela e intelligenza.

La Società Italiana di Pediatria, in linea con le raccomandazioni dei colleghi tedeschi, francesi e canadesi, ha raccomandato il non utilizzo di smartphone e tablet nei bambini al di sotto dei 2 anni, e l’uso per massimo un’ora al giorno accompagnati da un adulto nei bambini fra i 2 e i 5 anni.

L’uso incondizionato di questi strumenti rischia di produrre effetti imprevedibili sul lungo periodo, sta a noi genitori restare informati e educare i nostri figli all’uso delle tecnologie digitali.

Per approfondire (in lingua italiana):

https://sip.it/2018/06/18/smartphone-tablet-gia-nel-primo-anno-vita-no-al-telefonino-pacificatore-arrivano-le-raccomandazioni-della-societa-italiana-pediatria/

https://www.uppa.it/educazione/pedagogia/5-miti-da-sfatare-su-tecnologia-e-bambini/

Gabriele Lugaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium