/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 23 febbraio 2021, 16:48

Omaggio a Frida Kalho: dall'associazione savonese Aiolfi una mostra "virtuale" su Facebook per la festa della Donna

Inoltre ricordiamo che il 21 marzo 2021 si celebra la Giornata Mondiale della Poesia, istituita dall’Unesco nel 1999

Omaggio a Frida Kalho: dall'associazione savonese Aiolfi una mostra "virtuale" su Facebook per la festa della Donna

Mostra virtuale, a cura di S. Bottaro, C. Mantisi e B. Giordano, sulla pagina facebook dell’Associazione “Aiolfi” (clicca QUI) dal titolo: Frida Kahlo “La rivoluzione è l’armonia della forma e del colore e tutto esiste, e si muove, sotto una sola legge: la vita”.

Riflessione sulla Giornata internazionale della Donna con il patrocinio di: Ambasciata del Messico in Italia; Comune di Savona; Fondazione Casa America, Genova; Centro Internazionale “Antinoo” di Roma; è stata fatta analoga richiesta di patrocinio al Centro per il Libro e la Lettura del MIBAC.

Durata dell’esposizione: dal 1 marzo al 6 aprile 2021.

Spiega la curatrice Silvia Bottaro: "La Giornata internazionale dei diritti della donna, o festa della donna, ricorre l'8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si tiene negli Stati Uniti d'America a partire dal 1909. In alcuni paesi europei dal 1911 e in Italia dal 1922.

In Italia il suo simbolo è la mimosa: con la fine della guerra, l'8 marzo 1946 fu celebrato in tutta l'Italia e vide la prima comparsa del suo simbolo, la mimosa, che fiorisce tra febbraio e marzo, secondo un'idea di Teresa Noce, di Rita Montagnana e di Teresa Mattei.

Questa mostra, seppur virtuale, intende collocarsi nell’orizzonte della riflessione sulle tante battaglie già fatte dalle Donne e su quelle, ancora molte, che si dovranno fare portando come esempio la storia di Frida Kahlo, simbolo del femminismo contemporaneo, che ha abbracciato la libertà come suo unico credo, prendendo spunto dalla sua frase inserita come titolo di questa iniziativa.

Chiediamo, quindi, “riflessioni” sia alle nostre artiste sia ai nostri artisti perché parlare di diritti, di libertà vuol dire parlare di civiltà. Grazie a chi vorrà cimentarsi con la propria sensibilità su tale argomento, forse non facile, ma molto attuale: questo periodo pandemico ci porta ad essere più responsabili verso sé e gli altri e, perciò, più riflessivi sui grandi argomenti della nostra civiltà per progettare un futuro migliore, almeno si spera!

Voi artisti avete una marcia in più perché pennelli, colori, forme, immagini fissate con l’obiettivo sono il VS. pane quotidiano e la Vs. sensibilità è capace di cogliere capillarmente aspetti, sfumature del pensiero, dell’animo, dell’ambiente che ci aiutano a “penetrare” il tema in questione. Salutiamo, anche, la presenza di “voci” nuove per l’Associazione Aiolfi (Ikeda, “Narciso”, Buteler) ed i prestigiosi “patrocini” dell’Ambasciata del Messico in Italia, della Fondazione Casa America di Genova con la quale collaboriamo da tempo, del Centro Internazionale Antinoo per l'Arte - Centro Documentazione Marguerite Yourcenar di Roma. Grazie a Tutti".

Artisti partecipanti: Maria Paola Amoretti, Carmen Silvia Buteler, Sandra Chiappori, Franco Chiara, Sabina Del Buono Giacone, Christian Di Fraia “Narciso”, Doriana Doveil, Fiorenza Ferrari, Alessandro Fieschi, Silvia Fucilli, Grazia Genta, Biagio Giordano, Carlo Iacomucci, Miho Ikeda, Cristina Mantisi, Renata Minuto, Umberto Padovani, Adriana Podestà, Gianni Ravera, Mariella Relini, Barbara Ricchebuono, Mariarosa Scerbo, Nani Tedeschi, Mariella Tissone, Lilia Viriglio. 

Il 21 marzo 2021 si celebra la Giornata Mondiale della Poesia, istituita dall’Unesco nel 1999, con la composizione di Gabriella Gasparini, La libertà delle donne:

I semi dell’oppressione,/della dignità calpestata, /della parola soffocata,/del diritto negato/hanno generato foreste/ di discriminazioni,/di aspirazioni inappagate,/di piaghe intangibili/ e di menzogne./La libertà delle donne /è umiliata, tradita/dai gioghi dell’inferiorità,/dal dolore di spose bambine,/dall’urlo inascoltato di madri massacrate, /quando la fierezza è ferita/da inesauribili storie di figlie violentate/in squallide stanze e folli confini./La storia delle donne vibra / ai loro richiami,/intelligenze per secoli perdute/negli angoli incolori della vita,/legami soffocati dalla potestà mercenaria/di uomini brutali,/brama di riscatto in una lotta impari/per una tronca vittoria./La storia delle donne partigiane, /delle figlie della rivoluzione,/delle travagliate conquiste,/è il volto della libertà /sofferta, sussurrata, urlata, mai tradita, venduta, surrogata…/E’ il volto di una donna libera /che ancor oggi/ il mondo non sa pienamente accogliere, /fortificare, consolidare/per una fame di potere che altera /le passioni degli uomini.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium