/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 25 febbraio 2021, 18:08

Savona, approvato in consiglio comunale il piano industriale per la futura raccolta rifiuti porta a porta

Il piano è stato approvato con 18 voti favorevoli, 11 astenuti e nessuno contrario. Si spegne definitivamente il caso Cam

Una situazione sgradevole creatasi a Savona in passato (immagine di repertorio)

Una situazione sgradevole creatasi a Savona in passato (immagine di repertorio)

Dopo il voto favorevole nella giunta comunale e nella prima commissione consiliare è stato approvato anche in consiglio comunale il piano industriale di Contarina per il nuovo servizio pubblico di igiene urbana, in coerenza con il piano concordatario presentato da ATA.

Il piano è stato approvato con 18 voti favorevoli, 11 astenuti e nessuno contrario.

"Potremo dare il via alla gara europea per la ricerca del soggetto che dovrà dare vita a questo importante progetto per il Comune di Savona" aveva specificato il sindaco Ilaria Caprioglio.

"Finito il periodo delle polemiche e delle strumentalizzazioni si va verso una risoluzione definitiva del servizio di raccolta e spazzamento della città con un progetto che, finalmente, risolverà gli annosi problemi di carenza di pulizia. Sono note le critiche sulla pulizia della città ma, purtroppo, i tempi per giungere a una nuova gara e a un nuovo servizio sono tecnicamente lunghi e ci scusiamo per i disagi, che peraltro arrivano da lontano, ma non si poteva fare altrimenti e chiediamo ai cittadini ancora qualche mese di pazienza per vedere finalmente un sistema ambientale efficiente e che vedrà, per la prima volta, una città pulita, ordinata e, con la collaborazione dei cittadini, finalmente potrà raggiungere le percentuali di differenziata previste dalla normativa europea" aveva continuato la prima cittadina.

"Il progetto originario che è stato presentato nei primi giorni di dicembre è stato integrato con tutti i miglioramenti che sono stati suggeriti, durante le varie Commissioni, i cui confronti sono sempre stati nello spirito del dialogo e del confronto sia con la maggioranza sia con la minoranza: a dimostrazione che, quando il confronto è costruttivo e non dilatorio o pretestuoso, porta al bene della città" aveva concluso il sindaco di Savona.

Si spengono così  le polemiche dopo la presentazione in una riunione di maggioranza del piano della neonata Cam da parte del consigliere leghista Emiliano Martino. La nuova società, che ha al suo interno come amministratore unico e socio Angelo Pastorino e Giovanni Cavallo, ex dipendenti di Ata licenziati due giorni fa, si era contrapposta alla partecipata comunale, illustrando un piano alternativo al servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta previsto nel piano industriale di Contarina.

Il caso, sollevato dal M5S savonese (che ha presentato un esposto in Procura), ha portato alle dimissioni di Maria Maione, segretaria cittadina della Lega che aveva appoggiato di fatto Cam.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium