/ Finalese

Finalese | 27 febbraio 2021, 11:54

"Pane & Pace": da Costituzione e Democrazia due video per ricordare le deportazioni finalesi del 1944

Quando gli organizzatori dello sciopero o semplici operai furono rastrellati dalla polizia e deportati dai tedeschi in Germania

"Pane & Pace": da Costituzione e Democrazia due video per ricordare le deportazioni finalesi del 1944

Nell'Italia settentrionale, occupata militarmente dalle truppe tedesche e governata formalmente dai fascisti della Repubblica Sociale, ma di fatto dai nazisti, le fabbriche organizzano uno sciopero con le parole d'ordine di PANE e PACE, uno sciopero cioè contro il carovita che affama il popolo e contro la guerra che sta devastando il Paese.

Lo sciopero riesce nonostante la minaccia delle autorità nazifasciste che lo avrebbero considerato atto sovversivo con tutte le conseguenze del caso.

E infatti le conseguenze non si fecero attendere. Organizzatori dello sciopero o semplici operai furono rastrellati dalla polizia e deportati dai tedeschi in Germania.

Tra i deportati alcuni operai della Piaggio di Finale Ligure.

La loro vicenda viene ricordata da Claudia Carosi e Stefania Bonora in questi video che il Centro Studi COSTITUZIONE E DEMOCRAZIA mette a disposizione di tutti:

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium