/ Politica

Politica | 03 marzo 2021, 12:48

Cavo sul nuovo Dpcm: "In fascia arancione sulle scuole decidono i governatori, come abbiamo fatto già in Liguria e come è ragionevole" (VIDEO)

L'assessore ligure all'istruzione: "Si tratta di un passaggio importante, che di fatto ricalca quello che nella nostra regione è stato applicato per esempio nei distretti sociosanitari di Sanremo e Ventimiglia"

Cavo sul nuovo Dpcm: "In fascia arancione sulle scuole decidono i governatori, come abbiamo fatto già in Liguria e come è ragionevole" (VIDEO)

"Prendiamo atto che non si possa dire che la scuola è indifferente rispetto allo sviluppo dei contagi. Questo non significa che gli istituti scolastici non siano posti sicuri, ma vogliamo dire che le attività didattiche determinano una serie di dinamiche, legate ad esempio agli spostamenti degli studenti, legate alla curva dei contagi", evidenzia l'assessore regionale all'Istruzione Ilaria Cavo rispondendo alle domande dei giornalisti che le hanno chiesto cosa pensi delle nuove disposizioni governative in tema di attività didattica e zone di allerta pandemica.

"Questo è ciò che comporta la sospensione dell'attività didattica - prosegue Ilaria Cavo -. Ovviamente questa decisione è stata assunta avendo ben presente anche il tema delle varianti, e il conseguente cambiamento del target della malattia, con soggetti malati sempre più giovani rispetto a quelli che fiora sono stati maggiormente presi di mira dalla pandemia".

Positiva dal punto di vista dell'assessore Cavo anche la decisione del Governo di rimettere ai presidenti di Regione la decisione se sospendere la didattica anche con un'allerta di colore arancione: "Qui si dà un elemento di chiarezza nuovo e si restituisce anche una competenza ai governatori per quanto riguarda i territori in fascia arancione, cosa che sostanzialmente prima non era prevista - chiarisce l'assessore regionale -. Secondo i precedenti Dpcm le scuole erano aperte in arancione nonostante le limitazioni fossero presenti per numerose altre attività. Con il nuovo decreto abbiamo una nuova gradualità nella decisione di chiudere le scuole che in fascia arancione, la cui modulazione ricade sulla responsabilità e sulla competenza dei governatori, con applicazione a livello regionale o su singoli comuni e zone".

"Si tratta di un passaggio importante - conclude Ilaria Cavo -, che di fatto ricalca quello che nella nostra Regione è stato applicato per esempio nei distretti sociosanitari di Sanremo e Ventimiglia. La Liguria ha emanato un'ordinanza che ha identificato come necessaria la sospensione dell'attività scolastica in quelle aree a fronte di un livello di contagio tale da spingerci a limitare al massimo le occasioni di diffusione dell'infezione, mentre tutto ciò non è mai stato previsto nel resto della Regione. Di fatto il Dpcm indica la chiusura delle scuole in zona rossa, mentre in zona arancione decidono i presidenti di Regione: si tratta di ciò che abbiamo già fatto in Liguria, e di ciò che è ragionevole accada in generale".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium