/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 04 marzo 2021, 12:34

Vaccino Anti-Covid, MIU: "L'obiettivo e l'interesse verso la salute della popolazione non devono mai essere confusi e mischiati con interessi strani"

"Invitiamo i cittadini a riflettere e a non uniformarsi a principi che più che regole di vita sembrano sempre più essere regole di assurda non convivenza umana e civile"

Vaccino Anti-Covid, MIU: "L'obiettivo e l'interesse verso la salute della popolazione non devono mai essere confusi e mischiati con interessi strani"

"In questo difficile momento in cui siamo quotidianamente bombardati da messaggi mediatici, psicologicamente devastanti da parte di mass media, giornalisti e politici, è doveroso tuttavia puntualizzare e ragionare su taluni aspetti da non sottovalutare". Si apre così il comunicato diffuso dal Movimento Italia Unita, presieduto a livello nazionale da Francesco Nappi.

"Innanzitutto l'Assemblea Parlamentare del Consiglio Europeo ha stabilito in un rapporto votato a larghissima maggioranza, che gli Stati non devono assolutamente rendere obbligatoria la vaccinazione contro il coronavirus, né tantomeno rendere obbligatorio il passaporto sanitario e soprattutto non discriminare alcuno in caso di mancata vaccinazione a seguito di scelta volontaria e personale - proseguono dal MIU - Gli Stati hanno altresi decretato che la vaccinazione contro il coronavirus non è obbligatoria e che nessuno deve sentirsi obbligato a ricevere vaccinazione contro la sua volontà".

"Tanto meno, sempre secondo le direttive dei parlamentari degli Stati Europei, le misure non devono comunque e sempre violare il diritto e la libertà di ogni individuo alla propria autonomia fisica e consenso informato. Alla luce di quanto ragionevolmente sopra esposto, ci si chiede onestamente perché e su quali basi sia fondato l'atteggiamento assolutamente contrario alle norme europee adottato dal Ministro Speranza, il quale si ostina a difendere l'operato di Arcuri e insistere sul dirottare i cittadini sul vaccino e sulla obbligatorietà del passaporto vaccinale. Veramente assurdo".

"Non dimentichiamoci altresì delle dichiarazioni del Prof. Giulio Tarro (il quale, ricordiamolo, ha scoperto insieme ad Alberto Sabin il vaccino contro la poliomielite) luminare che, tra gli altri suoi ragionevoli e condivisibili pensieri, ha dichiarato che stiamo sbagliando, che questa situazione non è emergenza ma un'immunità di gregge. Vi invitiamo anche a riflettere su un'altra frase del Prof. Tarro, secondo cui fare tamponi di massa, contribuisce unicamente a fare emergere solo gli asintomatici. Noi tutti del Movimento Italia Unita, nel prendere le dovute distanze dalle linee guida del Ministro Speranza, invitiamo i cittadini a riflettere e a non uniformarsi a principi che più che regole di vita sembrano sempre più essere regole di assurda non convivenza umana e civile".

"L'obiettivo e l'interesse verso la salute della popolazione non devono mai essere confusi e mischiati con interessi strani che nulla hanno a che fare con il benessere fisico e mentale. Facciamo così: che la 'speranza' non sia solo il cognome del noto Ministro, ma che sia la speranza di tutti noi di tornare a vivere in completa sicurezza, serenità e soprattutto libertà" concludono dal Movimento Italia Unita.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium