/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 04 marzo 2021, 19:00

Vaccini, incontro Asl2-sindacati. Dabove (Cgil): "Il punto vaccinale nel levante doveva essere previsto"

"Siamo una provincia con la maggior parte delle persone anziane e si doveva in qualche modo tenerne conto"

Vaccini, incontro Asl2-sindacati. Dabove (Cgil): "Il punto vaccinale nel levante doveva essere previsto"

Approvvigionamento dei vaccini, criticità e copertura delle zone dove non sono presenti hub vaccinali e personale impiegato.

Questi gli argomenti principali della riunione che si è svolta oggi tra i sindacati e il direttore generale dell'Asl2 Marco Damonte Prioli che ha illustrato lo stato dell'arte e le prospettive future soprattutto in merito alla futura gestione delle vaccinazioni con l'apertura di nuovi centri.

"Ad oggi non è possibile stabilire quando si arriverà a conclusione il percorso vaccinale in quanto molto frequentemente intervengono modifiche - spiega il segretario della Spi Cgil Fausto Dabove - i dati che ci hanno fornito comunque dimostrano l'impegno e il lavoro dell'Asl e dei sanitari".

"Abbiamo sottolineato che secondo noi rispetto alle problematiche organizzative e al personale che deve essere impiegato, il programma sconta il fatto che c'è un numero da migliorare rispetto ai centri nel quale sono state fatte le somministrazioni - continua Dabove - Doveva essere previsto un punto vaccinale nel levante e con tutta la comprensione alle problematiche presenti comunque dovevano pensare ad una capillarità maggiore. Siamo una provincia con la maggior parte delle persone anziane e si doveva in qualche modo tenerne conto".

"Abbiamo chiesto che vengano vaccinati al più presto anche i volontari che fanno parte delle associazioni di volontariato" conclude il segretario della Spi Cgil.

 

 

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium