/ Al direttore

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Al direttore | 16 marzo 2021, 12:45

Savona, un lettore: "Ci vuole un cambio di registro, altrimenti molti cercheranno casa altrove"

"Non è una corsa la priorità di questa città: non si lasci che ognuno nel proprio piccolo la rovini"

Savona, un lettore: "Ci vuole un cambio di registro, altrimenti molti cercheranno casa altrove"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera: 

"Relativamente alle osservazioni del lettore sullo stato delle nostre vie (LEGGI QUI) noto il solito carattere italiano e in particolare ligure del criticare sempre e solamente.

Prima di tutto mi sento di far notare che, dato il periodo, si può anche far a meno del passaggio di una gara ciclistica e magari sarebbe bene concentrarsi maggiormente sulla vaccinazione dei savonesi.

Le strade savonesi fanno veramente pietà da diversi anni e ultimamente gli scavi per la fibra hanno dato il colpo di grazia, ma una cosa che non emerge da questa lettera è che tutte le vie sono sporche e cosparse di deiezioni canine, non è presente alcun controllo!

Le zone attorno ai cassonetti dei rifiuti sono impraticabili e i cassonetti sono spesso stracolmi nonostante i costi di smaltimento che i savonesi (almeno nel mio caso) sono costretti a pagare.

La danza delle zone di parcheggio vietate un po' per il mercato del lunedì, un po' per quello del mercoledì, un po' per gli scavi, poi le righe bianche, poi il taglio degli alberi… Insomma, ogni giorno le cose si complicano e per chi rientra a casa alla sera spesso è una lotteria parcheggiare.

Sottolineo 'per chi rientra dal lavoro e non solo' perché qui a Savona c’è rimasto proprio poco da fare e siamo in molti a doverci spostare quotidianamente o per periodi anche più lunghi, fuori regione.

Il problema non sta in questo assessore o in quel sindaco, anche se a molti piace utilizzare i giornali per esprimere gratuitamente le proprie preferenze politiche in questo caso non penso sia il caso.

Se non per qualche sporadico verbale di sosta vietata, non vedo multe a chi lascia sporcare la strada al proprio cane, non vedo multe ai ragazzi senza mascherina in Corso Italia al pomeriggio, non sento parlare di esposti per servizio ritiro rifiuti e cura cassonetti non all’altezza dei costi, non vedo controllo delle aree di carico e scarico merci ove invece sostano i frequentatori dei soliti bar…

Insomma e chi se ne importa della garetta di questo o quello sport, non sono i quattro caffè in meno del possibile pubblico che ci renderanno nuovamente ricchi, ci vuole un cambio di registro, se lasciate che tutti nel loro piccolo possano arrecare danno alla città questa peggiorerà sempre di più ed i più attenti cercheranno casa altrove!

Un lettore, viaggiatore, lavoratore, pensatore, oggettivo".

Lettera firmata

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium