/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 22 marzo 2021, 16:46

La pianista e tastierista Stefania Schiavone collabora a San Francesco - il Musical, del compositore ligure Alberto Luppi Musso

La artista è nota per la sua collaborazione di lunga data con Enrico Ruggeri

La pianista e tastierista Stefania Schiavone collabora a San Francesco - il Musical, del compositore ligure Alberto Luppi Musso

Proseguono le collaborazioni illustri nella realizzazione di “San Francesco – il Musical”, opera rock dedicata al Santo Patrono d’Italia ideata e musicata dal pianista e compositore genovese Alberto Luppi Musso su testi di Paolo Barillari.

Abbiamo contattato telefonicamente Stefania Schiavone: pianista, tastierista, docente di pianoforte; molti la ricorderanno alle tastiere in alcuni tra i più memorabili tour di Enrico Ruggeri con la band che lo accompagnava, gli Champagne Molotov.

Cominciamo dall’inizio: come è avvenuto il primo contatto con Alberto Luppi Musso?

“In modo molto spontaneo, si può dire che tutto è venuto da sé. Mi ha chiesto l’amicizia su Facebook e mi ha raccontato che è da sempre un grande fan di Enrico Ruggeri. Poi mi ha parlato di questo progetto musicale e, incuriosita, gli ho chiesto di spedirmi dei bozzetti audio. Mi ha chiesto se volevo partecipare, ma all’inizio doveva essere solo un piccolo ‘cameo’, poi ascoltandoli mi sono appassionata alla cosa. Tramite mio marito Renato, che ha il suo home-studio, ho iniziato a registrare delle idee a settembre del 2019, quando (prima del Covid) Alberto Luppi Musso si è recato da me. Molto timidamente mi ha chiesto se anche mio fratello Luigi avrebbe potuto registrare qualcosa. Così ho fatto ascoltare il materiale a Luigi che, a sua volta, ha coinvolto il bassista Fabrizio Palermo e il batterista Marco Orsi. Ci siamo rivisti da me a gennaio 2020, ancora una volta poco prima che il Coronavirus sconvolgesse il mondo. Alberto è venuto con sua moglie Giovanna, anche Fabrizio Palermo era con sua moglie. Si può dire che grazie alla musica è nata un’amicizia”.

Per una pianista e tastierista collaborare con un altro pianista è più facile, perché si parla lo stesso linguaggio, o più difficile?

“Nella vita ho collaborato con musicisti che suonavano qualsiasi strumento e non ho mai riscontrato difficoltà con uno piuttosto che un altro. Con Alberto siamo entrati immediatamente in sintonia, ci sentiamo e ci confrontiamo spesso, ma lui mi ha sempre offerto la massima libertà espressiva”.

E in quest’epoca di Covid-19, quanto aiutano le nuove tecnologie?

“Tantissimo, siamo tutti in contatto tramite chat, ci scambiamo materiale on line con estrema rapidità. Certo, potersi vedere e confrontare le proprie idee è sempre più emozionante. E poi purtroppo il Covid-19 ha fermato tantissimi progetti e ne ha rallentati altri. Ad esempio era già stato programmato in Liguria il concerto di presentazione del musical per settembre 2020. E purtroppo questo evento è stato rinviato a data da destinarsi”.

E quando finalmente questo momento difficile sarà passato, che cosa succederà?

“Alberto sta già lavorando allo showreel di presentazione del musical. Dopodichè, al momento possiamo soltanto dire che prima o poi si arriverà live su un palco, ma è impossibile prevedere con certezza quando. Dipende tutto da come si evolverà la situazione a livello nazionale”.

E, dal momento che Alberto Luppi Musso è ligure, un ricordo che lega Stefania Schiavone alla Liguria?

“Tantissimi e bellissimi. La prima volta a 12 anni, una vacanza con la mia famiglia a Sestri Levante, dove si recava in villeggiatura anche una mia compagna di scuola, per cui ci siamo ritrovate là.

Poi il Festival di Sanremo del 1985 con gli Champagne Molotov. Fummo eliminati la prima sera, ma fu un’esperienza fantastica, ricca di divertimento. L’unica ‘nota stonata’ fu legata al fatto che in quegli anni Sanremo si faceva in playback, mentre noi facevamo concerti su concerti e amavamo suonare live.

E a proposito di concerti, in Liguria ne ho fatti tantissimi. Se dovessi ricordarne uno in particolare, direi a Genova con l’orchestra per la tournée del 1987 intitolata Vai Rrouge! Fu meraviglioso”.

 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium