/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 04 aprile 2021, 13:07

Mallare, la minoranza attacca: "Bilancio di previsione? Investimenti calati, 'curiosi' aumenti e poca trasparenza"

"La situazione è sempre più preoccupante" aggiungono dal gruppo "Mallare nel Futuro"

Mallare, la minoranza attacca: "Bilancio di previsione? Investimenti calati, 'curiosi' aumenti e poca trasparenza"

"Nella serata del 31 marzo è andato in scena lo spettacolo del Consiglio comunale che aveva per ordine del giorno l’approvazione del bilancio di previsione, e come ormai ci siamo abituati la situazione è sempre più preoccupante". Cosi commenta in una nota il gruppo di minoranza "Mallare nel Futuro". 

"Tanto per cominciare, nel Consiglio comunale di pochi giorni prima il vice sindaco aveva dichiarato che il comune vantava un credito di svariate migliaia di euro nei confronti del CIRA, ma ovviamente nel bilancio di previsione e tanto meno nel DUP, si trova riscontro di questo fantomatico debito" attacca l'opposizione. 

"A proposito del DUP, a pagina 29 del documento, l’Amministrazione afferma di non avere in programma assunzioni di personale, ma i nostri amministratori sono a conoscenza che a settembre l’autista scuolabus andrà in pensione? Ovviamente visti gli esempi delle Poste, delle corriere e delle banche, per gli amministratori perdere servizi non è un problema che li riguarda". 

"Se poi guardiamo le spese ci accorgiamo che gli investimenti sono destinati a calare drasticamente: -3500 € (gestione beni demaniali), -15000 € (viabilità), -8500 € (istruzione), -1950 € (attività culturali, sport e turismo)". 

"Ma ci sono anche dei curiosi aumenti: +9000 € (raccolta rifiuti, ma come? Con lo stesso servizio? Forse stiamo già pagando il porta a porta che abbiamo da contratto? E poi la vecchia amministrazione non prendeva un sacco di multe per la raccolta rifiuti?), +1300 € (servizio idrico, ma verso il CIRA non avevamo un credito?), +7700 € (organi istituzionali, in poche parole indennità e rimborsi spese degli amministratori, con un aumento di un bel 22,80% rispetto all'amministrazione uscente, come al solito la crisi c’e’ quando fa comodo)".

"Le entrate correnti sono scese di ben -80.529 € dal 2018, e senza aver abbassato le tasse, forse bisognerebbe avere più cura delle entrate correnti, ad esempio evitando di spedire i canoni delle luci votive del 2019 ben due anni dopo". 

"E dulcis in fundo la parte forse più preoccupante, sebbene i nostri amministratori non perdano occasione di raccontare di essersi trovati con un sacco di debiti, ricordiamo a tutti che la gestione del 2018 presentava un avanzo di amministrazione di circa 300.000 € (avete letto bene), ad oggi l’avanzo presunto al 2020 sembra essersi ridotto a 25.000€, per una diminuzione di circa 275.000€, speriamo che questo avanzo sia veramente presunto, perché le cifre sono preoccupanti". 

"Ci riserviamo di attendere il bilancio consuntivo del 2020, che dovrà essere approvato ad aprile per poter analizzare meglio come sono stati spesi i soldi della comunità. Speriamo che l’Amministrazione inizi a lavorare con la trasparenza che abbiamo sempre richiesto, perché questi numeri ci preoccupano non poco, e soprattutto visto che in un comune è impossibile nascondere la polvere sotto al tappeto e prima o poi i nodi vengono al pettine, non basta fare discorsi da 'bar sport', nell’amministrazione pubblica non bastano le parole, ma bisogna agire se si vogliono evitare cattivi risultati che prima o poi saltano fuori" concludono dalla minoranza. 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium