/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 06 aprile 2021, 08:00

600 vaccini somministrati: Pasquetta "di superlavoro" all'hub albenganese di Campolau

Apertura dalle 9 alle 19 e inoculazioni al ritmo di una al minuto

600 vaccini somministrati: Pasquetta "di superlavoro" all'hub albenganese di Campolau

Una Pasquetta decisamente “diversa dal solito”, quella di ieri. Un tempo le code in auto avrebbero intasato le strette strade dell’entroterra alla ricerca di un angolo verde tranquillo e soleggiato per il merendino: un panino e poi magari due calci a un pallone.

In questo 2021 tutti in coda… Ma per il vaccino.

Encomiabile, decisamente, il lavoro svolto dal personale sanitario presso l’hub nella tensostruttura di Campolau, ad Albenga. E le code c’erano solo ed esclusivamente perché i numeri delle prenotazioni erano elevati, ma tutto scorreva in maniera fluida e ben organizzata, con tempi rapidissimi, grazie a un costante monitoraggio delle turnazioni.

Dalle 9 del mattino alle 19 dall’hub di Vadino ad Albenga sono passati 600 “vaccinandi” e tutti hanno ricevuto la loro dose al ritmo di una inoculazione al minuto da parte dello staff. Dopodiché, il consueto monitoraggio di un quarto d’ora per rilevare eventuali reazioni immediate al farmaco.

Le presenze più rappresentate erano quelle nelle fasce d’età 70-74 e 75-79, ma non mancava anche qualche volto un po’ più giovane: si trattava soprattutto di lavoratori della sanità non ancora vaccinati.

L’obiettivo è quello di arrivare alla fine di maggio con tutte le fasce più deboli della popolazione vaccinate. Dopodiché il caldo estivo dovrebbe fare la sua parte e contribuire ad “ammazzare” il Coronavirus. Tra estate e vaccini, si potrà sperare di affrontare una eventuale “quarta ondata” autunnale con il necessario livello di immunità.

Il personale sanitario spiega che le minime code e rallentamenti sono nella quasi totalità dei casi imputabili ai soliti “furbetti” che, nonostante abbiano un orario di vaccinazione ben preciso scritto sulla prenotazione, si presentano con eccessivamente largo anticipo (anche di due ore) sperando di saltare la coda. Pertanto, affinché ogni operazione si svolga con ordine, l’invito è naturalmente quello di rispettare le regole e attendere il proprio turno.

A. Sg.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium