/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 10 aprile 2021, 10:00

Mancato assegno a 98enne disabile: "Avrebbe voluto una Pasqua diversa"

Il figlio ci racconta: "Ho lasciato il lavoro per accudire mio padre, questi soldi ci servono per andare avanti non per fare festa"

Mancato assegno a 98enne disabile: "Avrebbe voluto una Pasqua diversa"

Non è stata una Pasqua facile quella appena trascorsa da due genovesi, il signor Silvio, 98 anni già maresciallo partigiano, e suo figlio Roberto, suo caregiver.

L'assegno dovuto al signor Silvio a causa delle sue gravissime disabilità per il mese di aprile non è infatti ancora stato versato, nonostante il termine solito sia già decorso da alcuni giorni.

"Ho lasciato il lavoro per accudire mio padre e, tra mille difficoltà, mi occupo di lui ventiquattr'ore su ventiquattro - ci racconta Roberto, per il quale l'assegno rappresenta una questione di sostentamento - Questa è la considerazione che merito per questo? Abbiamo scritto a tutti i consiglieri regionali e ricevuto un'unica risposta ma, rilevo, in seconda battuta dalla consulta. La ritengo una scorrettezza e una mancata di sensibilità inaccettabile visto che una persona diversamente abile gravissima di 98 anni vorrebbe aver voluto trascorrere una Pasqua diversa, ma evidentemente ciò nn rientra nei pensieri di alcuno preposto a elargire la misura descritta rivolta ai disabili gravissimi in questa regione". 

"Non è particolarmente vero che solo le donne si occupano di persone con disabilità, ci sono anche persone che sacrificano la loro vita per non cestinare queste persone fragili nelle RSA dove cessano spesso la loro vita in tempi brevi perché privi dell'amore di cui hanno bisogno".

"Siamo stanchi di essere ignorati così, questi soldi ci servono per andare avanti non per fare festa. Persone che come mio padre, già maresciallo partigiano, hanno contribuito a fare sì che io e voi siamo qui adesso!" conclude Roberto che poi lancia un appello ai componenti dell'assemblea: "Voglio sperare che questa nn sia la linea condivisa da voi tutti e che qualcosa cambi nel rispetto delle persone fragili residenti in questa regione".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium