/ Attualità

Attualità | 22 aprile 2021, 07:35

Nuova centrale turbogas Tirreno Power a Vado, il Ministero della Transizione Ecologica dice no alle inchieste pubbliche

Le richieste erano state formulate dal comune di Quiliano, dal WWF Italia e da Uniti per la Salute

Nuova centrale turbogas Tirreno Power a Vado, il Ministero della Transizione Ecologica dice no alle inchieste pubbliche

No alle richieste di svolgimento di un'inchiesta pubblica in merito al progetto di realizzazione di una nuova unità a ciclo combinato nella centrale termoelettrica a Vado Ligure proposta da Tirreno Power.

Il dirigente Giacomo Meschini del Ministero della Transazione Ecologica ha scritto una lettera ai comuni di Quiliano, al WWF Italia e all'associazione Uniti per la Salute esprimendo la contrarietà alla loro richiesta di informare i cittadini sul procedimento di valutazione dell'impatto ambientale. 

Secondo il Ministero "le modalità di svolgimento della consultazione dei soggetti pubblici e privati interessati sono adeguate ed esaustive per il caso specifico. Si rileva peraltro che tali modalità ampiamente sperimentate e familiari per i soggetti a vario titolo interessati abbiano efficacemente sortito il loro scopo tanto che sono già pervenute osservazioni poste all'attenzione della Commissione Tecnica di verifica dell'impatto ambientale per le attività istruttorie di competenza nonché disponibili per eventuali controdeduzioni da parte del proponente. Quanto sopra anche alla luce del fatto anche i soggetti richiedenti l'inchiesta pubblica hanno già espresso le loro osservazioni".

"La contingente situazione di emergenza sanitaria consentirebbe lo svolgimento dell'inchiesta pubblica unicamente in modalità telematica equiparandola di fatto alla consultazione già svolta con le modalità previste, che, ha efficacemente assolto l'esigenza consultiva per il progetto in esame" ha spiegato il Ministero della Transizione Ecologica.

L'inchiesta pubblica, quindi come viene concluso nella lettera, inviata anche al Ministero della Cultura, alla Regione Liguria, alla Provincia di Savona, al comune di Vado, all'Istituto Superiore di Sanità, alla commissione tecnica di verifica dell'impatto ambientale e alla stessa Tirreno Power, non potrebbe aggiungere nulla a vantaggio del procedimento e della partecipazione della collettività e quindi la richiesta non può essere accettata.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie di Imperia e Golfo Dianese

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium