/ Economia

Economia | 27 aprile 2021, 17:15

Rehappy: l’importanza degli Smartphone Ricondizionati per l’economia circolare

Il brand sostenibile Redevice si trasforma in Rehappy

Rehappy: l’importanza degli Smartphone Ricondizionati  per l’economia circolare

Il brand siciliano di smartphone ricondizionati Redevice del giovane imprenditore Giuseppe Sammartano, si trasforma in Rehappy, un’evoluzione nata dal forte desiderio del suo fondatore di contribuire a rendere tutti più felici, in un momento storico estremamente complicato.

Alla domanda più specifica su chi intende rendere più felice Rehappy, Sammartano dichiara: “Rehappy vuole essere un modo per renderci consapevoli che abbiamo bisogno di un percorso di sostenibilità più comprensivo, integrato e riparatore, che includa le persone tanto quanto la tecnologia e la natura", e continua “Con Rehappy rendiamo più felici i device evitando la discarica dandogli nuova vita, rendiamo più felici i clienti garantendo un risparmio sull’acquisto che arriva a toccare anche il 50% rispetto al nuovo, rendiamo più felice l’ambiente perchè oltre alla riduzione di rifiuti RAAE, investiamo nella forestazione locale qui in Sicilia per compensare C02 e dare ossigeno”.

Infatti ad oggi Sammartano gestisce anche 120 alberi di agrumi e ne verranno piantati entro fine anno altri 30. Agrumi 100% Bio curati da contadini locali e raccolti per donarli in beneficenza.

Rehappy è un’azienda orientata fortemente al Sociale, da aprile è partito un programma con le scuole siciliane di sensibilizzazione sul valore del riciclo dei rifiuti elettronici in accordo con istituti e Cesvop.

E nel breve periodo partiranno anche dei progetti di inclusione con l'alternanza scuola-lavoro, con potenziali figure da formare per poi essere inserite nell'organico Rehappy.

Crescendo assumeremo giovani ingegneri siciliani per il ricondizionamento, dando la possibilità a chi magari è fuori dalla Sicilia di ritornare e contribuire alla crescita di Rehappy” dichiara Giuseppe Sammartano. Inoltre investendo sempre più sulla forestazione locale, ci sarà bisogno di nuovi contadini e insieme a Coldiretti l’azienda sta valutando la possibilità di formare dei giovani per tornare a lavorare la terra.

Rehappy ha quindi un grande obiettivo etico e imprenditoriale: valorizzare i rifiuti elettronici e rendere tutti più felici con delle iniziative di tutela ambientale, sociale e solidale.
 Che sia esso uno smartphone, un pc, un tablet, una stampante o perfino un elettrodomestico, Rehappy tramite una propria rete di centri di ricondizionamento, dà nuova vita ai device e li rende come nuovi.

I device ricondizionati garantiscono delle prestazioni equiparabili ai dispositivi nuovi, a fronte di una spesa nettamente inferiore, inoltre, godono di una garanzia di almeno 12 mesi, vengono testati (con oltre 40 test), igienizzati e formattati. Anche il packaging è sostenibile e i prodotti vengono spediti in una scatola riciclabile al 100% completi di accessori di base per il funzionamento.

Preferire l’acquisto di uno smartphone ricondizionato ad uno nuovo porta innumerevoli benefici all’economia circolare. Sulla terra vivono più di 7 miliardi di persone e più del 60% di queste possiede un telefono cellulare. Sono numeri impressionanti che si legano ad un altro dato destinato a far riflettere. Il consumatore medio infatti cambia smartphone dopo un anno o anche meno. Questo porta ad un aumento esponenziale del numero di smartphone che comporta, a sua volta un impatto senza precedenti sull'ambiente. Tutto ciò non può lasciare indifferenti.

Per questo optare per l’acquisto di smartphone ricondizionati diventa un’ottima scelta quasi obbligata anche per il nostra pianeta, perché i benefici derivanti dall’acquisto di smartphone ricondizionati sono di conseguenza, benefici anche per la salute degli essere umani.

Scopri di più sul marchio e sui prodotti sul sito www.rehappy.it

www.facebook.com/rehappy.it    

  

 

 

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium