/ Eventi

Eventi | 11 maggio 2021, 07:55

Ad Albissola torna la rassegna "Buongiorno Ceramica"

Luciana Bertorelli inaugurerà la rassegna con un'installazione di ceramiche e pitture di piccole dimensioni presso la "Vetrina d'Artista", Centro Artigianale Restauri, in via Repetto

Ad Albissola torna la rassegna "Buongiorno Ceramica"

Tutto pronto per l'edizione 2021 di "Buongiorno Ceramica". La più colorata e gioiosa festa delle arti dal vivo e sul web in programma il 15 e 16 maggio, in contemporanea in 45 città della Ceramica in Italia.  

"Con 'Buongiorno Ceramica!' vogliamo promuovere la ceramica artistica e artigianale, per riportarla al centro della sensibilità e dei costumi italiani. In questo weekend di maggio che è ormai fisso tutti possono scoprire botteghe, laboratori, atelier, ma anche musei e altri luoghi in cui quotidianamente la ceramica viene fatta e pensata. Il successo crescente di Buongiorno Ceramica! ci conferma che abbiamo intercettato una passione e forse anche un'inclinazione degli italiani. Per questo con AiCC, Associazione Italiana Città della Ceramica, promotrice della manifestazione, teniamo sempre viva l'attenzione e la passione su questa arte che rappresenta l'identità culturale per tanti territori italiani", sottolineano gli organizzatori.

Ad Albissola Marina, presso la "Vetrina d'Artista", Centro Artigianale Restauri, in via Repetto, Luciana Bertorelli inaugurerà la rassegna con un'installazione di ceramiche e pitture di piccole dimensioni, visibili tutti i giorni dalle ore 8,30 alle ore 18,30, dal 4 al 31 maggio.

L’installazione "Risveglio" rappresenta simbolicamente per me come persona e come artista questo lungo lockdown, con dipinti e ceramiche che stanno a testimoniare il lungo confinamento e la voglia di ricominciare. Un anno e più in cui abbiamo abbandonato la nostra vita sociale per richiuderci in un guscio, all'interno della nostra casa o del nostro studio, interconnessi quando potevamo e ne avevamo il desiderio solo con il mondo illusorio dei social.

Mondo virtuale che non ha mai sostituito il contatto fisico, l’abbraccio, la stretta di mano o  il semplice sorriso. Il nostro mondo è stato in quarantena, una lunghissima quarantena che ognuno di noi ha cercato di vivere al meglio ma che ha cambiato completamente il nostro modo di pensare e di vivere. L’installazione "Risveglio" rappresenta la mia visione di questo stato: le nuvole che fanno da sfondo sono le immagini del mio inconscio che oscillava dalla serenità voluta all'angoscia che esplodeva, all'abbattimento ed all'astenia totale.

Il grande piatto blu rappresenta il "Risveglio" di chi ancora non crede che sia passato tutto ma vuole riprendere la propria attività, ci vuole credere, le figure sono tagliate in modo netto, sono lacerazioni non ancora superate, che evidenziano le forme mentre il colore blu intenso amalgama e neutralizza ogni sofferenza. L’albero essenziale e stilizzato che affiora dal grande piatto appeso è il simbolo dell’assenza della Natura in questi lunghi mesi, la Natura consolatoria ed indispensabile alla nostra rigenerazione. La piccola sfera rappresenta una figura umana che si riflette nell'acqua, incapace ancora di correre nella luce, i tagli ed i cerchi come simboli inanimati. L’anatra in primo piano, incisa su una sfoglia di ceramica sottile come carta, si staglia su uno sfondo arancione brillante e sorride enigmatica ed immota come una sfinge.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium