/ Curiosità

Curiosità | 11 maggio 2021, 14:39

Finale, nuove tecnologie all'alberghiero "Migliorini": "battesimo di fuoco" per le nuova cucina del laboratorio

L'impianto sostituisce quello precedente, installato oltre 30 anni fa grazie al preside Piazza

Finale, nuove tecnologie all'alberghiero "Migliorini": "battesimo di fuoco" per le nuova cucina del laboratorio

Con lunedì 10 maggio è stato messo a segno un primo passo verso un’importante e articolato progetto di miglioramento tecnologico delle dotazioni dell’IPSSAR “Migliorini” di Finale Ligure.

È stata infatti installata una nuova cucina in una delle aule laboratorio dell’istituto.

Nello specifico, per chi non avesse avuto occasione di visitare la scuola durante i recenti Open Day, ricordiamo che il “Migliorini” dispone di due aule di cucina situate su due piani diversi. Il nuovo impianto è stato posizionato al piano di sotto.

Ci illustra i nuovi fuochi l’assistente tecnico Lillo Mendola, che commenta: “Innanzitutto esprimo a nome dell’intero personale scolastico i miei ringraziamenti ai membri del Consiglio di Istituto che ci hanno concesso l’acquisto della nuova cucina. Nei prossimi anni il Migliorini investirà sulle nuove tecnologie; del resto io stesso, prima di diventare tecnico, sono stato studente qui all’Alberghiero e so che sia ai ragazzi, sia agli insegnanti, piace lavorare con dotazioni all’avanguardia. Questa cucina è veramente un top di gamma e ancora una volta di più mi fa sentire onorato di far parte dell’Alberghiero”.

Il “battesimo del fuoco” (parlando di fornelli il termine è quantomai calzante) è stato affidato alla docente di cucina professoressa Sara Rizzoli, che ha fatto cimentare i suoi studenti di 3C con un menù fatto di due specialità diametralmente opposte: un primo piatto altamente proteico ed energetico e un secondo invece in linea con le più attuali filosofie “vegan” e salutiste. Stiamo parlando di un classico intramontabile come la carbonara e di un agile veg-burger di lenticchie.

Commenta Sara Rizzoli: “Con questa nuova cucina preparare un piatto diventa un gioco divertentissimo. Il vecchio impianto, validissimo fino all’ultimo, aveva circa 30 anni di vita ed era stato fortemente voluto dal mitico preside Piazza, una figura di riferimento per chi ha vissuto il nostro istituto alberghiero negli anni ‘90. Fu una cucina di tutto rispetto ma ormai aveva svolto il suo ciclo di vita. Per me, ex alunna di questo alberghiero e poi insegnante, vedere un pezzo di scuola che si rinnova e un po’ come rifare casa, perché per noi il Migliorini è casa”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium