/ Politica

Politica | 12 maggio 2021, 08:27

Cinque ore di coda e il consigliere Ioculano non fa in tempo a presentare in Regione l'istanza per chiedere la diminuzione delle tariffe in A10

"Non si può andare avanti in questo modo, non si può continuare con questa incertezza, non si può continuare a dare questo servizio ", ha commentato il consigliere mentre si trovava in coda

Cinque ore di coda e il consigliere Ioculano non fa in tempo a presentare in Regione l'istanza per chiedere la diminuzione delle tariffe in A10

Oltre cinque ore di coda in autostrada, e il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Ioculano non ha fatto in tempo ieri mattina ad arrivare a discutere la sua interrogazione in consiglio a Genova con cui il suo partito avrebbe richiesto la riduzione delle tariffe a causa dei disagi che colpiscono ogni giorno i cittadini che si mettono in viaggio sulla A10.

Ieri a causare code che hanno raggiunto i quindici chilometri è stato soprattutto un incidente tra Savona e Albisola in cui sono rimasti coinvolti tre mezzi pesanti, ma in generale i numerosi cantieri presenti in autostrada che costringono alla chiusura di tratti di carreggiata stanno riaccendendo le polemiche della scorsa estate.

Ioculano aveva annunciato la sua interrogazione nei giorni scorsi, ribadendola anche a Imperia News a margine dell'incontro di lunedì in Prefettura con il ministro Andrea Orlando. “Abbiamo presentato un'interrogazione per capire come la Regione intende attivarsi nei confronti di autostrade per questi disservizi che ci sono sulla rete autostradale, soprattutto sulla A10. - aveva spiegato il consigliere – Abbiamo visto tutti, ormai le conosciamo le quote che ci sono quotidianamente, le continue interruzioni, i cambi di carreggiata per lavori sui cantieri. È corretto ed essenziale che l'utenza non si debba sobbarcare dei costi importanti, quindi l'idea è quella di proporre un sistema automatico di riduzione del pedaggio autostradale quando il disservizio è davvero molto importante come in queste settimane, e ci aspettiamo anche delle proposte e delle controproposte da parte della Regione. L'obiettivo è quando c'è un disservizio in autostrada ridurre la tariffa”.

“Giornata nera sulle autostrade. – ha commentato Ioculano durante la disavventura di ieri – ci abbiamo messo cinque ore e mezza per fare da Ventimiglia a Genova partendo alle 7 e mezza arrivando intorno all'una. Il pomeriggio non sta migliorando, anzi è oltre un'ora e mezza che siamo in autostrada, abbiamo fatto da Genova ovest e non siamo ancora ad Arenzano. Fatalità, questa mattina avrei dovuto discutere l'interrogazione che ho fatto per parlare dei disagi che quotidianamente viviamo sulla A10. Non si può andare avanti in questo modo, non si può continuare con questa incertezza, non si può continuare a dare questo servizio a chi ci vive, a chi ci lavora, e chi vuole venire a fare turismo in Liguria, quindi servono dei cambiamenti e servono velocemente”.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium