/ Economia

Economia | 01 giugno 2021, 12:00

‘Lumina Fiduciaria’, come far nascere e crescere una start-up

Alex Chiesa e Giorgio Romano professionisti d’impresa, illustrano il corretto approccio per dar vita in modo efficace a nuovi progetti di business

‘Lumina Fiduciaria’, come far nascere e crescere una start-up

Il primo ostacolo di una start-up è capire chi è, e cosa vuole diventare. Spesso nasce da un’idea vincente che, per prendere correttamente forma ed instradarsi con pieno risultato e altrettanta soddisfazione in ambito aziendale, imprenditoriale ed industriale, necessita di una ragionata programmazione ed organizzazione preventiva tailor made perché possa calarsi e collocarsi al meglio sul mercato di riferimento”.

Esordisce così Alex Chiesa, affermato e autorevole professionista milanese fondatore e amministratore insieme a Giorgio Romano di ‘Lumina Fiduciaria’ (www.luminafiduciaria.it), primaria realtà multipotenziale con sede a Torino e a Milano specializzata in consulenza e sviluppo d’impresa e gestione e tutela del patrimonio.

Siamo da sempre attenti agli aspetti preliminari imprescindibili che disciplinano la fattibilità del settore in cui la start-up andrà a operare, i rapporti e i ruoli operativi tra i soci, la forma societaria più idonea ad ogni singolo contesto d’affari. Da più di vent’anni affianchiamo l’imprenditore emergente nell’esprimere al massimo ed al meglio il proprio potenziale”.

Aggiunge invece Giorgio Romano, anch’gli come il socio dottore commercialista e revisore dei conti: “Ancora oggi la figura dell’imprenditore mostra una evidente creatività alla quale deve necessariamente accompagnarsi anche una solida competenza fondamentale per iniziare bene, e con il piede giusto, la nuova attività. Noi di ‘Lumina Fiduciaria’ coadiuviamo i soci nell’acquisire e mantenere il giusto grado di consapevolezza circa la gestione viva della costituenda azienda sotto ogni profilo: relazioni tra i soci, divisione dei ricavi e coscienza fiscale, fornendo anche una metodologia producente nella miglior tenuta possibile del veicolo societario prescelto”.

Tutto questo perché “E’ determinante sottolineare in chiave strategica il valore preliminare di una adeguata organizzazione d’impresa che sia poi così in grado di muoversi con basi solide e con snellezza da sola una volta avviata. ‘Lumina Fiduciaria’, da sempre attenta al valore del lavoro e dell’etica d’impresa, per favorire il fiorire sul mercato di idee meritevoli, può farsi carico della consulenza inziale delle start-up ritenute più interessanti e impattanti acquisendone una quota minoritaria: quota che l’imprenditore od i soci potranno comodamente, se riterranno, riscattare nel tempo ad un valore già determinato sin dal principio e corrispondente, in pratica, ai costi di consulenza e gestione effettivamente sostenuti da ‘Lumina Fiduciaria’ sino al momento del riscatto o subendo che dir si voglia, e proseguire così avviati e sicuri sulla strada del corretto fare impresa” concludono Alex Chiesa e Giorgio Romano.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium