/ Al direttore

Al direttore | 06 giugno 2021, 11:27

Futura raccolta porta a porta a Savona, un cittadino: "Ci troveremo 10-15 bidoncini maleodoranti davanti a ogni singolo portone. Non offriranno una bella vista"

Alcune considerazioni espresse in una lettera al direttore da un savonese: "Saranno anche di intralcio ai pedoni"

Futura raccolta porta a porta a Savona

 

“Buongiorno, Vi scrivo per esprimere alcune mie considerazioni sul futuro servizio di raccolta differenziata  porta a porta dei rifiuti urbani.

Ritengo che tale servizio offra il suo meglio nei piccoli centri, ove ad ogni abitazione corrisponde, dal punto di vista abitativo, una sola famiglia, e che pertanto ad ogni porta c'è nei giorni di raccolta, che poi viste le diverse tipologie di rifiuti avviene tutti i giorni, un solo bidoncino dei rifiuti.

Nei grandi centri, invece, dove non vi sono singole abitazioni, ma condomini in cui risiedono generalmente dalle 10 alle 15 famiglie, ci troveremmo ad avere ogni giorno dai 10 ai 15 bidoncini della spazzatura davanti ad ogni singolo portone.
In pratica, durante il lasso di tempo in cui è prevista la raccolta, i marciapiedi di Savona saranno invasi ed occupati da migliaia di contenitori di rifiuti  perlopiù maleodoranti che, oltre a non offrire una bella vista, saranno di intralcio ai pedoni.
Inoltre, nei giorni di maltempo, quando i proprietari andranno a ritirarli saranno costretti, prima di riporli in casa, ad asciugarli con del panno carta o carta cucina, producendo ulteriore spazzatura indifferenziata altrimenti evitabile con il servizio di raccolta attuale.

Poi, a riguardo dei costi, fino a non molto tempo fa mi era capitato di leggere che gli alti costi del servizio erano dovuti alle multe in cui  il Comune di Savona incorreva per la non perfetta raccolta differenziata fatta dai suoi cittadini.
Come mai ora, con la raccolta porta a porta, che permetterà una perfetta differenziazione dei rifiuti e di conseguenza al Comune di evitare multe, la tassa sui rifiuti aumenterà a discapito dei cittadini che, oltretutto, non hanno richiesto tale metodologia di raccolta?

Oltremodo, rammento che tale sistema era già stato adottato anni fa da una citta simile per numero di abitanti a Savona, cioè Alessandria, che poi a tale riguardo fece marcia indietro tornando al vecchio sistema di raccolta.
A queste problematiche se ne possono aggiungere altre, ma non penso sia il caso di dilungarmi oltre, avendo già illustrato il mio pensiero.
Distinti saluti
Paolo Vacca”

 

 

 

Lettera al direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium