Leggi tutte le notizie di DICA 33 ›

Il Salvadente | 13 giugno 2021, 10:32

1000 giorni di te e di me (la nuova frontiera della prevenzione)

In questo libro c’è un capitolo in cui si spiega come, nei primi 1000 giorni di un individuo, si possa riuscire a “progettare” una bocca sana per tutta la vita.

1000 giorni di te e di me (la nuova frontiera della prevenzione)

Cari Lettori, non stiamo citando i grandi successi di Claudio Baglioni: ricordate che questa rubrica si chiama “Il Salvadente”!

Stiamo parlando dei primi 1000 giorni della vita di un bambino, a partire dal suo concepimento e di come determinati comportamenti possano influenzare la salute che quell’individuo avrà per tutta la vita.

Lunedì scorso ho assistito, durante uno degli incontri di aggiornamento organizzati da www.ildentistadeibambini.it , alla presentazione di un libro (che uscirà a breve) scritto da alcuni tra i più autorevoli membri della Società Italiana di Odontoiatria Infantile (S.I.O.I.) intitolato “Odontoiatria materno-infantile”.

In questo libro c’è un capitolo in cui si spiega come, nei primi 1000 giorni di un individuo, si possa riuscire a “progettare” una bocca sana per tutta la vita. Questo progetto va iniziato prima del concepimento e parte da una buona salute orale della mamma (quello che io da tempo propongo nel mio studio con uno specifico “programma gravidanza”); altro elemento importante è l’alimentazione della mamma durante la gravidanza, poiché oltre ad influenzare la crescita del feto fornendo gli opportuni elementi, influenza anche il gusto che porterà alle future scelte alimentari del bambino.

Partendo da qui, a caduta, viene influenzata la naturale popolazione batterica che sarà ospitata dal bambino (il cosiddetto “microbiota”) che ha grande influenza sulla nostra vita.

A seguire il parto, l’allattamento, lo svezzamento ed il passaggio ad alimenti diversi per gusto, composizione e consistenza, sono tutti passaggi che guidano lo sviluppo delle varie funzioni come la deglutizione, la respirazione, la masticazione. Sembra di parlare di cose ovvie e “naturali” ma, se queste funzioni non vengono correttamente apprese al momento giusto, diventa poi complesso recuperarle e, per farlo, è spesso richiesto il lavoro del logopedista.

Alimentazione e abitudini igieniche saranno determinanti per la prevenzione di carie e malattia parodontale, ma avranno anche influenza sulla necessità o meno di utilizzare apparecchi ortodontici!

Pensate che a due anni il 3% dei bimbi è già affetto da carie, ma a tre anni è già il 6% e a quatto anni il 12% (per arrivare al 40% a 12 anni). Con il giusto percorso di prevenzione, nei primi “famosi” 1000 giorni, tutto questo può essere considerevolmente ridotto o evitato per tutta la vita. Cosa dite, può valerne la pena?

Se avete tra i vostri programmi quello di diventare mamme, oltre che con il ginecologo, consultatevi anche con un dentista pediatrico per affrontare al meglio questo importante momento della vostra vita (che sarà ancora più importante per la vita del vostro bambino) e usate al meglio i vostri “1000 giorni di te e di me”!

Se avete dubbi o domande sul vostro sorriso, continuate a scrivermi a dottore@attiliovenerucci.it , risponderò privatamente e, se l’argomento sarà di interesse generale, potrà essere il tema di un prossimo Salvadente

Buona domenica!

 

Dr. Attilio Venerucci

Prof. A contratto c/o

Master in Laser Dentistry

Università degli Studi di Genova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium