/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2021, 07:30

Scuola, è tempo di maturità: nel savonese "alla prova" circa 2mila maturandi

Il secondo esame dell'era Covid vedrà solo un colloquio orale. Nella nostra Regione ammesso il 94,8% degli studenti di quinta: la seconda peggiore percentuale a livello nazionale

Scuola, è tempo di maturità: nel savonese "alla prova" circa 2mila maturandi

Studenti in attesa di svolgere il proprio esame di maturità durante la sessione 2020

La "notte prima degli esami" è passata, nelle orecchie dei quasi 11mila e 500 studenti liguri le note della celebre canzone di Antonello Venditti si andranno via via spegnendo lasciando spazio al ronzio delle mille e mille lezioni che si mischieranno all'ondata di emozioni di chi affronterà l'esame tra i primi e chi invece aspetterà con ansia le sensazioni dei compagni già "passati in rassegna".

Anche quest’anno, come lo scorso anno, le Commissioni saranno composte da un Presidente esterno e sei commissari interni che metteranno alla prova i maturandi, per un massimo di cinque al giorno, con una sola prova orale: una rivoluzione di questo temuto "scoglio" nel cammino scolastico dei giovani italiani che tiene conto dell’impatto dell’emergenza sanitaria sulla vita del Paese.

Il colloquio partirà dalla discussione di un elaborato il cui argomento è stato assegnato a ciascuno studente dai Consigli di classe sulla base del percorso svolto e delle discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi. Dopodiché i candidati proseguiranno con la discussione di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana, con l’analisi di materiali (un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto) predisposti dalla commissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline.

I candidati dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina (consigliata quella chirurgica) e potranno essere ascoltati da un solo ospite.

Tra le tante novità inserite in questo esame di tempi pandemici ve n'è una destinata a diventare punto fisso: il cosiddetto "curriculum dello studente", un documento digitale all'interno del quale ogni studente ha potuto inserire, attraverso un portale dedicato, le certificazioni linguistiche acquisite e le attività extrascolastiche quali quelle culturali, musicali, sportive, artistiche e di volontariato affinché possano essere valorizzate all’interno dell'esame stesso.

Nel raggiungimento del risultato numerico finale saranno valutati i crediti scolastici, fino ad un massimo di 60 punti, mentre i restanti 40 punti saranno assegnati in base al colloquio finale.

In Liguria, come detto, saranno circa 11.500 i maturandi alla prova, ossia il 94,80% dei giovani frequentatori del quinto anno di scuole superiori: una percentuale al di sotto della media nazionale equivalente al 96,20% e seconda, in negativo, a quella della sola Sardegna (91,50%).

Nei 13 istituti savonesi saranno 2mila gli studenti che si presenteranno davanti alle commissioni, mentre nel genovese saranno oltre 6mila 300 per 33 scuole, nell'imperiese e nello spezzino, province che vantano entrambe 10 scuole superiori, saranno rispettivamente 1.400 e 1.600.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium