/ Economia

Economia | 17 giugno 2021, 08:30

Amazon: cosa aspettarsi dalle azioni nei prossimi mesi? L'analisi di TradingCenter.it

Sono destinate a crescere ancora perché la società, oltre ad avere l'egemonia sulle vendite in rete, ha esteso i suoi servizi a numerosi altri settori

Amazon: cosa aspettarsi dalle azioni nei prossimi mesi? L'analisi di TradingCenter.it

Il mercato azionario a livello internazionale non è ancora del tutto stabile, con il rischio inflazione che oscura l'ottimismo degli investitori e le incertezze legate all'andamento dell'epidemia di Covid nei paesi più arretrati. I titoli del settore sanitario e farmaceutico continuano a registrare un buon andamento, così come quelli delle società digitali, mentre c'è attesa per il comparto turistico e quello del trasporto aereo che ancora stentano a ripartire. Le opportunità, tuttavia, non mancano, e le prospettive di crescita economica, sostenute dai cospicui interventi di aiuto programmati dalla BCE europea e dalla FED americana, portano gli analisti a ritenere che nel prossimo futuro potrebbero aprirsi scenari interessanti.

Secondo gli esperti di TradingCenter.it investire in azioni rimane una delle attività principali di chi fa trading online, anche perché le principali piattaforme, come ad esempio eToro, non prevedono l'applicazione di commissioni sulla compravendita di titoli. In questi ultimi anni i trader hanno manifestato un forte interesse nei confronti delle azioni delle cosiddette Big Tech, ovvero i colossi del digitale statunitensi di cui fanno parte Alphabet (a cui appartiene Google), Facebook, Apple, Microsoft e Amazon. Quest'ultima, in particolare, ha avuto una crescita sostenuta, tanto che l'azienda ha raggiunto una capitalizzazione di quasi due miliardi di dollari.

Investire in azioni Amazon

Secondo TradingCenter.it Amazon ha avuto un aumento costante nel tempo, seppur anch'essa abbia sperimentato qualche momento di difficoltà. L'azienda, che è stata fondata da Jeff Bezos nel 1994 e che inizialmente si occupava solo di vendita di libri online, verso gli inizi degli anni 2000 patì il crollo dei titoli Nasdaq, tuttavia Bezos ha saputo traghettare Amazon nel nuovo decennio diversificando con successo le aree di attività. Esse, infatti, oltre alla vendita online di ogni genere di articolo, prevedono un servizio di food delivery chiamato Deliveroo (attivo anche in Italia), una divisione che si occupa di trasporto aereo, un servizio cloud, il comparto dell'entertainment e quello dei finanziamenti.

Secondo quanto emerge dalle valutazioni degli analisti finanziari, le azioni amazon sono destinate a crescere ancora perché la società, oltre ad avere l'egemonia sulle vendite in rete, ha esteso i suoi servizi a numerosi altri settori. Tuttavia, sebbene sempre più persone comprino online sfruttando la consegna gratuita offerta da Amazon Prime, l'azienda è stata anche al centro di polemiche, sia in America sia in Europa, per quanto riguarda il mancato pagamento di svariati milioni di tasse all'erario e per le condizioni lavorative critiche denunciate dai suoi occupati. Queste notizie potrebbero avere delle ripercussioni sul mercato finanziario e condizionare il prezzo dei titoli, pertanto è opportuno tenere monitorato l'andamento delle contrattazioni.

Fare trading su Amazon

Fare trading su Amazon significa comprare o vendere azioni di questa società quotata al Nasdaq con la sigla AMZN. Se si sceglie di tenere una posizione di lunga durata in genere l'azione viene acquistata per essere riposta all'interno del proprio portafoglio d'investimento; se, al contrario, la posizione è di breve o media durata, i titoli vengono scambiati anche più volte nel corso di un orizzonte temporale molto ristretto, in modo da guadagnare sull'oscillazione di prezzo.

Il vantaggio di fare trading sulle azioni rispetto al tradizionale passaggio attraverso la mediazione della banca, è che i broker online più conosciuti offrono il 0% di commissioni sulla posizione. Un'ulteriore modalità con la quale è possibile investire in titoli AMZN con un capitale veramente ridotto è sfruttando i CFD. CFD è una sigla (acronimo di contracts for difference) che indica uno strumento finanziario derivato molto amato dai trader. Con i CFD, infatti, non si compra direttamente l'asset, bensì l'investitore è in grado di marginalizzare sull'andamento del sottostante.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium