/ Attualità

Attualità | 19 giugno 2021, 12:02

Savona, restyling via Nizza e corso Vittorio Veneto, una commerciante sul piede di guerra: "Siamo vittime, nessuno viene a spiegarci cosa stanno facendo"

Per via della realizzazione della pista ciclabile sono stati tagliati una grande quantità di parcheggi: "Non c'è nessun riguardo e rispetto nei commercianti". Intanto problema sicurezza nella zona del Mercatò

Savona, restyling via Nizza e corso Vittorio Veneto, una commerciante sul piede di guerra: "Siamo vittime, nessuno viene a spiegarci cosa stanno facendo"

"Siamo vittime della realizzazione di questa pista ciclabile che crea difficoltà a tutti e ai piccoli commercianti come noi. Nessuno viene a spiegarci cosa stanno facendo, vogliamo conoscere il progetto".

Questo è lo sfogo di uno dei tanti commercianti di via Nizza che negli ultimi due mesi si trovano a far fronte al restyling del fronte mare di ponente a Savona per la realizzazione della nuova pista ciclabile che sarà presente in entrambi i sensi di marcia con due corsie per il transito dei mezzi in direzione Savona e Vado.

In difficoltà, come vi avevamo raccontato (leggi QUI) non ci sono solo i ciclisti immersi nel traffico ma anche e soprattutto i residenti della zona e chi ha le proprie attività lavorative in quel tratto di strada. Ma non solo: infatti dalla settimana scorsa il cantiere ha ampliato il suo raggio d'azione in Corso Vittorio Veneto, lato monte, tra via Vico delle Maone e via Cilea, mettendo tutti sul piede di guerra.

"Non sappiamo bene cosa succederà, hanno già cancellato una grande quantità di parcheggi in una zona che ne è già carente - continua la commerciante savonese - Non c'è nessun riguardo e rispetto nei commercianti".

"Le piste ciclabili mettono veramente in difficoltà le attività, una volta era una risorsa ora invece si va a colpire tutti creandole in zone non adeguate - tuona la titolare dell'attività presente in via Nizza - Non si tiene conto di come questi negozi debbano lavorare, in quali condizioni. Se una persona sa che ha difficoltà ad arrivare in quella zona per via del traffico cambia strada".

Nel frattempo oltre al caos viabilità e al taglio dei parcheggi per le auto e le moto (già cancellati gli stalli per i mezzi a due ruote dalla Baracchetta allo Scaletto delle Fornaci fino al 17 settembre), persiste un problema di sicurezza nella zona del supermercato Mercatò.

"Sono state abbandonate lì a loro stesse a lato della strada delle barriere in cemento particolarmente pericolose e infatti in quel tratto si sono già verificati due incidenti con due ragazzi che sono caduti in moto. Mi sembra totalmente assurdo" conclude l'esercente.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium