/ Politica

Politica | 23 giugno 2021, 18:00

Stella, no al Lombardi ter, Roberto Cavicchini sarà lo sfidante di Andrea Castellini alle comunali

Il comune, secondo l'ultimo censimento generale del 2011, supera di poco i 3mila abitanti (attualmente sarebbero inferiori), quindi la prima cittadina uscente non potrà correre per il terzo mandato

Stella, no al Lombardi ter, Roberto Cavicchini sarà lo sfidante di Andrea Castellini alle comunali

No al Lombardi ter e spazio così alla candidatura di Roberto Cavicchini.

A Stella sarà così una sfida alle prossime amministrative di ottobre tra l'attuale assessore ai lavori pubblici e alle strade e Andrea Castellini di "Progetto Steja" che aveva lanciato la sua candidatura giusto una settimana fa.

Dopo i due mandati consecutivi, dal 2011 al 2021, la prima cittadina uscente Marina Lombardi quindi non sarà della partita. Il comune dell'entroterra infatti, secondo quanto riportato dall'ultimo censimento generale effettuato nel 2011, risulta essere superiore ai 3mila abitanti, aspetto questo che non potrebbe considerare al sindaco di correre per il terzo mandato. Attualmente il comune ne ha poco meno di 3mila ma fa fede la rilevazione di 10 anni prima come specificato anche, su richiesta scritta di alcuni cittadini, dell'Ufficio Elettorale della Prefettura.

"In ogni caso anche se dovessero venir fuori novità sulla questione del numero degli abitanti di Stella, si partirà lo stesso con la mia candidatura" le prime parole di Cavicchini, 65 anni, pensionato, ha lavorato dal 1985 come funzionario regionale nel dipartimento agricoltura, turismo, sport e cultura, laureato in scienze agrarie.

"Punto ad una continuità amministrativa e sono al corrente di ciò che abbiamo dovuto affrontare e superare in questi anni di difficoltà legati alle violenti alluvioni - continua il neo candidato alla carica di primo cittadino - Ho qualche idea e voglio portare avanti discorsi in maniera più allargata, coinvolgendo più persone. Mi piacerebbe avere una lista, una squadra, che al momento non è ancora affinata al 100%, che si divida poi nel futuro le deleghe".

"Ci vuole una particolare attenzione su diversi aspetti, chiederò una mano nel futuro se avrò la fortuna di essere eletto per essere supportato, non è semplice ai giorni d'oggi fare il sindaco" prosegue Cavicchini.

Al centro probabilmente della prossima campagna elettorale ci sarà il tema della viabilità con i quattro semafori presenti sulla strada statale che stanno tenendo sotto scacco il paese e tutti i pendolari.

"E' un argomento che sta creando problemi sulla pelle di tutti, abbiamo infatti questi semafori che provocano diversi sensi unici alternati - conclude l'attuale assessore - è una partita che si gioca con Anas e io ho scritto già un paio di lettere per sollecitare. Bisogna porre rimedio ai problemi di più lunga durata, se si dovesse andare avanti il confronto sarà sempre più serrato".

 

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium