/ Attualità

Attualità | 23 giugno 2021, 18:10

Ripresa esecuzione degli sfratti. Sunia, Sicet e Uniat: "Preoccupazione per il grave disagio abitativo che verrà ad accentuarsi"

"Per quanto riguarda la nostra Provincia, evidenziamo come l'alto numero di convalide emesse imponga la necessità di adottare misure urgenti ed adeguate"

Ripresa esecuzione degli sfratti. Sunia, Sicet e Uniat: "Preoccupazione per il grave disagio abitativo che verrà ad accentuarsi"

"Sunia, Sicet e Uniat esprimono forte preoccupazione per il grave disagio abitativo che verrà ad accentuarsi dopo il Primo Luglio con la ripresa delle esecuzioni degli sfratti. Sono molte le famiglie che nella nostra provincia rischiano di finire in mezzo ad una strada a causa della crisi economica e pandemica generata dal Covid 19 che le ha rese morose senza alcuna colpa. La scelta del Governo di concedere una proroga limitata soltanto per gli sfratti convalidati dopo il mese di febbraio 2020 non costituisce una soluzione adeguata e deve essere affiancata da altri provvedimenti che aiutino gli inquilini a pagare gli affitti e permettano la gestione della crisi". Così, attraverso una nota stampa, il Segretario Provinciale Sunia l'avvocato Mariarina Dagnino.

"Sunia, Sicet e Uniat da tempo hanno avanzato proposte concrete in tal senso - prosegue la nota - In particolare è stata sottolineata la necessità di stanziare nuovi fondi per le morosità, di incentivare la rinegoziazione dei canoni, di snellire ed accelerare le procedure per l'erogazione dei contributi per l'affitto. Sunia, Sicet e Uniat saranno presenti il 24 Giugno con un presidio unitario dinanzi a Montecitorio per far sentire la loro voce e sollecitare l'adozione di modifiche a tutela degli inquilini del Dl. 73/21 all'esame della Camera". 

"Per quanto riguarda la nostra Provincia, evidenziamo come l'alto numero di convalide emesse imponga la necessità di adottare misure urgenti ed adeguate - conclude l'avvocato Mariarina Dagnino - Per questo riteniamo opportuno sollecitare la costituzione presso le Prefetture, che sono l'espressione territoriale del governo centrale, di un tavolo di gestione della crisi che coinvolga tutti i soggetti interessati (comuni, tribunale, ordine degli avvocati di Savona, sindacati ed associazioni rappresentative degli inquilini e della proprietà organizzazioni sindacali) e consenta di definire un protocollo d'intesa e permetta di adottare misure straordinarie adeguate a gestire la problematica del disagio abitativo". 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium