Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Varazze

Elezioni comune di Loano

 / Attualità

Attualità | 04 agosto 2021, 12:45

Albenga, l’allarme dei ‘Cittadini stanchi’: “È vietato accendere fuochi, ma ci sono persone che continuano a farlo”

Il portavoce Pallaro: “C’è un recente provvedimento della Regione Liguria, reso necessario per salvaguardare l’incolumità pubblica. Auspichiamo maggiori controlli”

Albenga, l’allarme dei ‘Cittadini stanchi’: “È vietato accendere fuochi, ma ci sono persone che continuano a farlo”

 

Diverse persone ad Albenga continuano ad accendere fuochi, benché sia stato fatto espresso divieto con il recentissimo provvedimento della Regione Liguria”.

A lanciare l’allarme è Angelo Pallaro,  portavoce del gruppo dei “Cittadini stanchi” della città delle torri, “sfinito” dalle continue segnalazioni che riceve, di cui l’ultima proprio nelle prime ore di questa mattina.

Come al solito c’è poco rispetto per l’ambiente e per la salute e la tranquillità delle persone. Questi fuochi possono essere lesivi per i nostri polmoni, arrivando a essere causa di malattie anche molto gravi, come i tumori, e disturbano la tranquillità. Ad esempio, stamattina siamo stati avvisati da una famiglia di turisti – prosegue Pallaro – i cui membri sono stati svegliati dal forte odore. Di certo non ci faranno buona pubblicità”.

Da evidenziare anche il fatto che facilmente questi fuochi diventano incontrollabili, dando origine a pericolosi incendi – sottolinea il portavoce dei “Cittadini stanchi” – Auspichiamo maggiori e attenti controlli da parte degli organi preposti affinché venga osservato con rigore il recente provvedimento della Regione Liguria".

Dal 24 luglio ultimo scorso è scattato infatti lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi su tutto il territorio regionale. In tale occasione l’assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone aveva affermato: “La decisione è stata presa viste le attuali condizioni climatiche registrate in questo ultimo periodo che hanno determinato una maggiore di secchezza del terreno e una più elevata probabilità di innesco e propagazione di incendi . Il provvedimento si è reso necessario per salvaguardare l’incolumità pubblica anche nelle zone interne a seguito del periodo delle ferie estive che vedono aumentare la presenza di turisti su tutto il territorio".

Lo stato di grave pericolosità prevede il divieto di accendere qualsiasi tipo di fuoco, sia pirotecnici, sia per l’abbruciamento di materiale vegetale e anche il divieto di mettere in funzione apparecchi elettrici come motoseghe. La Regione Liguria comunicherà la cessazione dello stato di grave pericolosità non appena le condizioni meteo lo consentiranno, cioè con l’aumento dell’umidità della vegetazione.

 

Maria Gramaglia

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium