Cronaca - 18 settembre 2021, 09:20

Albenga, dalla denuncia alle manette in pochi giorni per importante attività di spaccio eroina

Si tratta di uno straniero già denunciato la scorsa settimana

Albenga, dalla denuncia alle manette in pochi giorni per importante attività di spaccio eroina

 

Otto giorni fa veniva denunciato in stato di libertà per aver spacciato sostanze stupefacenti - nello specifico eroina - E.A 34 anni originario del Marocco.

Il cospicuo possesso di denaro contante aveva portato ad ipotizzare che il soggetto avesse un più ampio giro d'affari e per questo la Polizia Locale sotto direzione della Procura della Repubblica di Savona ha deciso di proseguire le indagini e raccogliere ulteriori informazioni al fine di riuscire a ricostruire il notevole traffico illegale che lo straniero in pochi mesi di permanenza in Italia era riuscito ad allestire.

Le informazioni raccolte dagli investigatori hanno portato la Procura a richiedere al Giudice un provvedimento restrittivo e, nel pomeriggio di ieri per l'uomo sono scattate le manette.

Dal Comando di Polizia Locale dichiarano: "L'attività di contrasto, sia svolta sotto forma della prevenzione che con l'attività repressiva, necessita della profonda conoscenza del territorio e delle dinamiche locali; se è vero che i pusher tengono d'occhio gli uomini in divisa è altrettanto vero che i movimenti di questi venditori di sostanze stupefacenti vengono continuamente monitorati dalle forze dell'ordine; la comparsa di nuovi soggetti sul territotio così come i continui spostamenti di dimora vengono segnalati dal personale dislocato quotidianamente sul territorio e queste informazioni vengono elaborate; ieri pomeriggio, infatti, non è stato difficile rintracciare lo straniero colpito dall'ordine di custodia cautelare proprio per il fatto che questo, dopo la denuncia di pochi giorni orsono, è stato continuamente monitorato dal personale."

L' assessore alla Sicurezza Mauro Vannucci afferma "Ancora una volta gli agenti della Polizia locale di Albenga hanno dimostrato sul campo le loro doti investigative e la conoscenza del territorio e di chi lo abita. Non si sono fermati, infatti, alla segnalazione effettuata nel corso della scorsa settimana, ma, ben consapevoli della realtà territoriale, hanno deciso, in accordo e costante contatto con la Procura, di dar seguito all'intensa opera investigativa, riuscendo così a reperire elementi utili per dimostrare i contatti ed il tipo di relazione che questa persona intratteneva con gli acquirenti. Da qui l'ordine di custodia cautelare in carcere. Ringrazio le forze dell'ordine per il costante presidio del territorio".

Il sindaco Riccardo Tomatis nel complimentarsi con gli agenti della Polizia Locale afferma: "Il tema dello spaccio di sostanze stupefacenti è delicato e necessita di un' analisi profonda che, come amministrazione, stiamo cercando di portare avanti sia attraverso la sollecitazione di attività di polizia volte al contrasto del fenomeno, sia attraverso una progettualità che riguarda i nostri giovani. Solo fornendo loro prospettive e un tessuto sociale in grado di coinvolgerli è possibile, infatti, cercare di evitare che essi cadano in questo pericoloso circolo distruttivo dato dall'utilizzo di sostanze stupefacenti ".

Terminati gli accertamenti presso il Comando, il soggetto ammanettato veniva accompagnato presso la Casa circondariale di Genova Marassi.

 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU