/ Politica

Politica | 21 settembre 2021, 09:12

Finale, sull'obbligo di Green Pass in comune "Le Persone al Centro" non ci stanno: presentata un'interrogazione al sindaco

"Illustri il significato di servizi ed esigenze della cittadinanza"

Finale, sull'obbligo di Green Pass in comune "Le Persone al Centro" non ci stanno: presentata un'interrogazione al sindaco

Dallo scorso 6 settembre a Finale, con un mese circa d'anticipo sulla sua entrata in vigore, l'ordinanza che anticipa in un qualche modo la decisione presa dal Governo sull'estensione dell'obbligatorietà del Green Pass, imponendolo a chi si reca nelle sedi e negli uffici comunali (dipendenti, consiglieri e visitatori) sta facendo discutere e non poco.

In particolar modo tra i banchi della minoranza dove, escluso il gruppo "Per Finale", si sono alzate voci di viva protesta alla scelta del sindaco Frascherelli al quale ora i consiglieri Fasciolo e Folco de "Le Persone al Centro" hanno presentato una interrogazione affinché, in estrema sintesi, "illustri il significato di servizi ed esigenze della cittadinanza".

"Troppi dubbi sono infatti sorti sulla sua applicazione" spiegano dall'opposizione, in particolare per quanto riguarda proprio quest'ultima dicitura di spazi in concessione per servizi ed esigenze.

Ma non solo: "Come vengono regolati gli spazi comunali in concessione all’aperto (spiagge libere attrezzate o immobili storici)? In questo caso come viene nominato il soggetto controllore? L'obbligo vale anche quando i suddetti spazi sono concessi per servizi privati (come le assemblee di condominio ad esempio)?".

Insomma, "oltre ai dubbi sul merito, una serie di ragionevoli perplessità sull’applicabilità" della misura, che il primo cittadino dovrà dipanare con quella che potremmo definire come "faq" in versione comunale.

Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium