/ Cronaca

Cronaca | 22 settembre 2021, 10:51

Finale, vandalizzata la tenda della Protezione Civile: a salvarla il sistema di sicurezza

La struttura era stata montata in piazzale Buraggi per l'assistenza alla giornata di gare dell'EWS

Finale, vandalizzata la tenda della Protezione Civile: a salvarla il sistema di sicurezza

La struttura blu accartocciata su se stessa con alcune scritte ed evidenti impronte di piedi. E' lo scenario davanti al quale si sono trovati, increduli, i volontari della Protezione Civile di Finale nella notte tra domenica e lunedì scorsi (19 e 20 settembre) giungendo in piazzale Buraggi, dove si trovava la tenda multifunzionale acquistata lo scorso anno col contributo del comune e del Dipartimento Nazionale dell'ente, trasferita nel centro di Finalmarina nei giorni scorsi per fornire un supporto logistico e infrastrutturale alla Bluegrass Enduro World Series.

Alcune persone, al momento ancora non identificate, a quanto pare, vi sono salite sopra usandola come una sorta di tappeto elastico sul quale saltare. Fortunatamente il sistema di valvole di sicurezza ha svolto il suo dovere al meglio aprendosi e sgonfiando la struttura, evitando così danni ai teli in tensione, ai tiranti e allo scheletro.

"E' un atteggiamento indegno, soprattutto se consideriamo è stato fatto nei confronti di un'associazione di volontari operante per il bene della città e dei cittadini - commenta il vice sindaco con delega alla Protezione Civile, Andrea Guzzi - Gli autori di questo gesto dovrebbero farsi un bell'esame di coscienza. Non possiamo che definirli dei cretini che non sapendo cosa fare danneggiano beni pubblici di tale importanza e in un evento mondiale che non può dar loro altro se non una vetrina di stupidità".

Intenzione dell'Amministrazione però potrebbe essere quella di non limitarsi alla ferma condanna del gesto: "Verificheremo coi nostri mezzi a disposizione di capire la dinamica dell'accaduto e se riusciremo a risalire ai colpevoli" aggiunge Guzzi. 

La struttura nei giorni scorsi era stata spostata sul lungomare dal parcheggio del tratto conclusivo di via Dante in prossimità di "Finale Salute", in supporto al personale medico e infermieristico nella gestione delle vaccinazioni fungendo da sala di accoglienza. I cambiamenti nei ritmi della campagna vaccinale però non ne richiederanno più il montaggio nelle vicinanze del centro medico.

Poteva essere un danno molto più grave di quello che è stato, ma resta comunque difficile da declinare in una semplice bravata e in scia lascia un senso di profonda amarezza in tutta la comunità finalese.

Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium