/ Attualità

Attualità | 23 settembre 2021, 18:13

Chiusure notturne della A6, il sindaco di Cosseria porterà al tavolo della Prefettura le richieste del territorio

"Riemerge in tutta la sua trasparenza il problema cronico di nuove infrastrutture viarie in Val Bormida"

Chiusure notturne della A6, il sindaco di Cosseria porterà al tavolo della Prefettura le richieste del territorio

Negli scorsi giorni le lamentele dei residenti di Cosseria (e anche di buona parte dellaa Val Bormida) per il rumore generato nei centri abitati dal transito sempre più sostenuto del normale di auto e camion a causa della chiusura dell'autostrada A6 tra Savona e Altare in orario notturno erano state portate all'attenzione del Prefetto dal sindaco Roberto Molinaro.

Di questo, oltre alle altre ormai note osservazioni circa i disagi causati dalla deviazione del traffico di mezzi pesanti sulle provinciali, in particolare la Sp29 del Cadibona e la Sp28 bis, potrà parlare il primo cittadino valligiano al dottor Cananà e agli altri partecipanti dell'incontro che si terrà presso la Prefettura di Savona avente ad oggetto "lavori di manutenzione sulla A6 nel medio e lungo periodo e Convocazione del Comitato Operativo per la Viabilità".

"Tenuto conto che il programma degli interventi necessari sulle autostrade si intensificheranno nei prossimi mesi con ricadute sulla viabilità ordinaria e soprattutto ora che si é in vista della stagione invernale, anticipo le istanze che desidero presentare durante l'incontro" spiega il sindaco Molinaro.

La prima richiesta sarà l'esenzione del pedaggio sulla tratta Millesimo-Savona e viceversa: "Non si paga da Savona a Genova Est e da Genova Est a Sestri Levate il pedaggio è dimezzato - dice Molinaro - ritengo che anche il tratto appenninico dell'A6 debba ottenere questa agevolazione".

Altra richiesta sarà quella di "indicare percorsi alternativi ai mezzi pesanti nel caso il tratto finale dell'autostrada tronco A6 Torino-Savona. La Sp 28bis e gli abitanti che vi risiedono in prossimità verrebbero sottoposti a stress eccessivo se tutto il traffico autostradale venisse dirottato giorno e notte sulla rete ordinaria".

"Serve anche monitorare lo stato delle strade a seguito dell'implementazione del traffico e sostenere finanziariamente i piccoli comuni nel realizzare marciapiedi per aumentare la sicurezza di pedoni che transitano sulle provinciali oggetto dell'aumento del passaggio dei veicoli, oltre all'installazione di pannelli digitali da installare sulla Sp 28 bis, sulla Sp 29 e sulla Sp 42 al fine di dare informazioni in tempo reale nel malaugurato caso una di queste arterie blocchi il traffico a causa di mezzi in avaria, impantanati a causa della presenza di neve o ancora più grave a causa di incidenti" aggiunge il sindaco di Cosseria.

"Va debitamente tenuto conto che in caso di emergenza/urgenza le pubbliche assistenza devono portare la persona soccorsa all'ospedale San Paolo di Savona" ricorda il primo cittadino, sottolineando l'importanza di avere una viabilità il più sicura e scorrevole possibile e da qui portando una conclusione amara: "Riemerge in tutta la sua trasparenza il problema cronico di nuove infrastrutture viarie in Val Bormida".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium