/ Politica

Politica | 25 settembre 2021, 18:47

Da via Montello alle Vignasse passando per via Piste, sopralluogo della lista "Nuova Grande Loano": "Periferia abbandonata"

Il candidato sindaco Piccinini attacca: "È evidente la totale indifferenza verso i residenti e le loro legittime esigenze"

Da via Montello alle Vignasse passando per via Piste, sopralluogo della lista "Nuova Grande Loano": "Periferia abbandonata"

"Scandalosa. Non si può definire diversamente la condizione in cui versa la zona delle Vignasse”. Non usa mezzi termini Giacomo Piccinini, Candidato Sindaco della lista “Nuova Grande Loano”, alla fine di un giro in quella che sembra una periferia abbandonata.

“È evidente la totale indifferenza verso i residenti e le loro legittime esigenze. Viabilità ridotta ed inadeguata, mancanza di marciapiedi sulla via Aurelia dal Tennis fino al confine con Pietra Ligure, con le persone costrette a scegliere tra giri lunghissimi e la propria sicurezza.

La regimazione delle acque a dir poco inefficace, con i ben noti problemi di allagamenti di case e giardini. Un sistema di controllo e deflusso delle acque pluviali capace di evitare i consueti danni. E non solo questo....”. 

Quella che si sognava diventasse una zona turistico-alberghiera all’avanguardia è diventata anno dopo anno, degrado sopra degrado, il ritratto della desolazione.

“E poi c’è il discorso della sicurezza” dice una signora durante l’incontro con i candidati della lista “Nuova Grande Loano - Piccinini Sindaco”. “Il Marino Piemontese è in disfacimento, terra di nessuno, la recinzione rotta è un facile accesso per delinquenza varia, che vive indisturbata. E nessuno che venga a vedere, che ponga rimedio, che si preoccupi di noi”

“Le Vignasse vanno completamente riqualificate” - prosegue il candidato sindaco Piccinini - “Serve una programmazione attenta degli interventi che permetta di risolvere innanzitutto i problemi quotidiani più urgenti, proseguendo poi con azioni più profonde. Quale che sia la destinazione e lo sviluppo di questa zona, è necessario partire dalle fondamenta pianificandone seriamente la sicurezza idrogeologica, al momento molto discutibile.”

Anche la visita della lista “Nuova Grande Loano - Piccinini Sindaco” in Via Montello e dintorni è risultata scoraggiante.

“Ci sono punti che sembrano avamposti, gli albori della nascita di una zona residenziale ancora non abitata. C’è senso di incompiutezza, di trascuratezza, di abbandono.” - continua Piccinini - “Abbiamo parlato con i proprietari di un’azienda agricola, anche loro attoniti per come siano inascoltate le loro richieste di interventi da parte dell’amministrazione. Una categoria che andrebbe difesa e sostenuta, non ignorata. E come sempre sentiamo lamentele per l’assenza di manutenzione ordinaria e di pulizia”.

Poco più su c’è l’area camper. “Anche qui accoglienza ai minimi termini, sembra un invito ai camperisti di andare altrove” - commenta il candidato sindaco - “Considerato che chi ama viaggiare in camper ama la natura e che alcuni mezzi costano quanto un monolocale, sarebbe molto più intelligente rivolgersi a questo segmento di turismo con professionalità e servizi adeguati, anziché snobbarlo”

Altra tappa, altro scontento. Via Bulasce, Via Piste, Via dei Pusetti. Una viabilità più sicura, sia come cura del manto stradale che come controllo della velocità, un camminamento pedonale sicuro; la raccolta dei rifiuti più coordinata ed efficace.

Ma cosa mette più in ansia sono i furti verificatisi più volte in zona. “Abbiamo chiesto ripetutamente l’installazione di videocamere sulle strade, ma ancora le aspettiamo. - si sfoga un signore - “È brutto vivere con la paura dei ladri, non sentirsi sicuri neanche a casa propria, e a Loano purtroppo ci sono tante brutte facce in giro.”

Richieste di soluzioni a problemi che non dovrebbero neanche esistere.

“Non mi rende felice constatare ogni giorno il pressappochismo con cui è stata amministrata Loano in questi anni. Anche se è una conferma della necessità di cambiare le persone alla guida della città, vedere gli effetti di tanta negligenza perpetrata nel tempo rattrista” - conclude il candidato sindaco Piccinini - “Noi della lista “Nuova Grande Loano” stiamo girando tanto in tutte le zone di Loano per un motivo  ben preciso. Siamo convinti che una buona amministrazione si faccia metà dentro il palazzo comunale, e metà fuori, andando noi incontro ai cittadini, per immedesimarci nelle loro vite, nei loro problemi, per capire fino in fondo le loro richieste.

I.P.E.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium