/ Cronaca

Cronaca | 27 settembre 2021, 15:39

Ceriale, una folla attonita per l'ultimo saluto a Marika Galizia (FOTO)

La giovane 27enne è mancata dopo aver dato alla luce il proprio figlio, sopravvissuto ma in condizioni gravi. Presenti i colleghi arbitri e gli agenti della polfer, colleghi del padre

Ceriale, una folla attonita per l'ultimo saluto a Marika Galizia (FOTO)

Una folla attonita si è stretta alla famiglia di Marika Galizia nella chiesa Santi Giovanni Battista ed Eugenio per l'addio alla 27enne, neo mamma e da 11 anni arbitro di calcio nei campionati dilettantistici provinciali.

Davanti a don Ivo Raimondo e al parroco don Antonio Cozzi il feretro della giovane, sopra al quale è stata posata la divisa rosa da direttore di gara e altre maglie di squadre giovanili dirette, sono stati tanti gli amici, i colleghi arbitri della sezione AIA di Albenga, gli agenti della Polfer (colleghi del padre) e i rappresentanti della Questura, col questore Giannina Roatta e la dottoressa Pirrè in primis, presenti.

Marika si è dovuta arrendere nella notte di martedì 21 settembre alle complicazioni occorse durante il travaglio: dopo aver dato alla luce con un parto cesareo il suo bambino, anch'egli ricoverato immediatamente presso il Gaslini di Genova con una gravissima sofferenza da asfissia perinatale (assenza di attività cardiaca e respiratoria alla nascita), la madre è stata ricoverata in Rianimazione, dove purtroppo ha perso la vita parrebbe a causa di una embolia da amnios.

La sua scomparsa ha lasciato attonita tutta la comunità savonese e in particolar modo quella cerialese dov'era cresciuta Marika, residente ad Andora e che tra poco tempo sarebbe dovuta convolare a nozze, ma anche il mondo della medicina: si tratta infatti, qualora gli esami istologici tutt'ora in corso confermassero le prime ipotesi, di un caso estremamente raro in letteratura medica attuale, il quale si verifica ogni 50mila parti, come ha confermato fin da subito il direttore generale di Alisa, Filippo Ansaldi.

Intanto nei giorni scorsi, su iniziativa della famiglia e con l'adesione e il supporto di colleghi del padre, agente di Polizia, ex compagni arbitro e altre entità, è stata avviata una raccolta benefica sulla piattaforma Gofundme a favore dell'ospedale pediatrico genovese, dov'è attualmente ricoverato in terapia intensiva il figlio di Marika, ancora in condizioni difficili.

Redazione - foto Silvio Fasano

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium