/ Al direttore

Al direttore | 01 ottobre 2021, 13:14

Savona, un lettore: "Ex ostello della Conca Verde: perché non trasformarlo in una struttura vacanze per disabili?"

"La 'De Franceschi', ormai abbandonata e in degrado, meriterebbe di essere ristrutturata e riconvertita ad uno scopo sociale"

Savona, un lettore: "Ex ostello della Conca Verde: perché non trasformarlo in una struttura vacanze per disabili?"

Riceviamo e pubblichiamo queste considerazioni di un lettore, il signor Franco Bronzi, sul recupero del complesso "De Franceschini" (ex Ostello località Conca Verde - Via Alla Strà).

"In questo periodo elettorale di promesse ed impegni da parte di tutti i candidati Sindaci e Consiglieri comunali, prima della fatidica data del 3/4 ottobre e dell'eventuale, successivo ballottaggio, mi permetto segnalare un tema sul quale, durante i dibattiti pubblici non ho ascoltato proposte.

Mi riferisco alla struttura abbandonata da anni, ubicata in Via Alla Stra, denominata De Franceschini (già Ostello in località Conca Verde).

Tale edificio si trova in grande degrado e meriterebbe di essere ristrutturato e riconvertito ad uno scopo sociale nel settore della disabilità, come previsto nelle condizioni di lascito della famiglia De Franceschini.

Da tempo mi sono permesso di informare e sensibilizzare su questo tema sia le associazioni del mondo sociale, sia le istituzioni, circa l’opportunità di convertire questa struttura ormai fatiscente, in un villaggio turistico per disabili e loro famiglie.

Questo progetto, se opportunamente appoggiato dall’amministrazione, oltre a riqualificare la struttura e l’area della Conca Verde, potrebbe rispondere a una esigenza sociale molto sentita, sia in Italia che all’estero, di una ricettività turistica innovativa, strutturata per accogliere, senza barriere, disabili e loro famiglie. Si tratta di un’operazione che richiede importanti investimenti e finanziamenti, ma che è in grado di generare ricadute economiche continuative ed importanti a livello turistico per la citta di Savona e per tutto il comprensorio.

In questi ultimi 5 anni ho incontrato moltissime associazioni che operano nel sociale a cui ho presentato tale proposta, sia attraverso referenti nazionali che locali, che hanno manifestato interesse e adesione al progetto e che sarebbero pronte a unirsi in un comitato promotore dell’iniziativa.

In questa fase di nuove proposte e idee per rilanciare il futuro della nostra città, mi permetto di sottoporre all’attenzione di tutti Voi candidati Sindaci e Consiglieri questo tema: Vi sarei grato se voleste indicare ai cittadini anche prospettive concrete di recupero e possibili modalità di finanziamento e di gestione".

Lettera firmata

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium