/ Economia

Economia | 06 ottobre 2021, 16:00

Sono oltre 120 le tipologie di birra iscritte al primo concorso internazionale dedicato alle Italian Grape Ale

Grande successo per la manifestazione, che ha visto la partecipazione di 60 birrifici di tutto il mondo. La premiazione si terrà il 13 novembre a Ceresole d’Alba (CN)

Sono oltre 120 le tipologie di birra iscritte al primo concorso internazionale dedicato alle Italian Grape Ale

Il primo concorso internazionale dedicato alle Italian Grape Ale ha riscosso un successo andato oltre ogni aspettativa ed è stata superata la previsione iniziale di 60 birre partecipanti. Sono 123 le richieste di partecipazione arrivate da tutte le regioni d’Italia ed anche dall’estero.

Le IGA (Italian Grape Ale) sono birre che contengono una percentuale di uva, mosto o mosto cotto. Sono birre che si collocano nella terra di mezzo fra il mondo del malto e del luppolo e quello del vino e che proprio in Italia hanno trovato una rapida diffusione grazie all’antica vocazione per il vino ed alla grande vivacità del settore brassicolo. Non deve quindi stupire il fatto che nasca proprio nel nostro paese il primo concorso internazionale riservato alle IGA, che può contare su una giuria di primissimo ordine, una location unica e un’organizzazione attenta e precisa in ogni dettaglio.

L’IGA Beer Challenge, questo il nome del contest, è aperto a tutti i birrifici indipendenti italiani e stranieri e sarà dedicato esclusivamente alle produzioni che rappresentano questo intrigante punto d’incontro tra il mondo della birra e quello del vino. Trattandosi di un settore nuovo e in continua evoluzione le interpretazioni dei birrifici sono molto diverse fra loro: dalle birre che puntano sulla freschezza e acidità, ottime come aperitivo, per arrivare a prodotti più complessi e strutturati, da pasto o da meditazione. Per questo motivo l’organizzazione di questo concorso risulta piuttosto complesso e non sarà semplice il lavoro della giuria. In una tipologia di birra così poco codificata, i giurati, tutti esperti di livello internazionale si baseranno più su valutazioni e sensazioni che su criteri e dati storici precisi.

Le oltre 120 tipologie di birra sono state iscritte nelle quattro categorie previste dal concorso ed esattamente:

  1. Italian Grape Ale non acide, bassa gradazione alcolica (minore o uguale al 7%).

  2. Italian Grape Ale non acide, alta gradazione alcolica (superiore al 7%).

  3. Italian Grape Ale acide, bassa gradazione alcolica (minore o uguale al 7%).

  4. Italian Grape Ale acide, alta gradazione alcolica (superiore al 7%).

La Giuria, composta da esperti italiani e stranieri e presieduta da Alessandra Agrestini, la degustatrice italiana con più esperienza in concorsi italiani e internazionali si riunirà per le sessioni di assaggi sabato 9 ottobre presso l’Associazione Piazza dei Mestieri di Torino.

Insieme al presidente la giuria è così composta:

  • Flavio Boero

  • Simone Cantoni

  • Gianriccardo Corbo

  • Luc De Raedemaeker

  • Alessandra Di Dio

  • Dario Elia

  • Nicola Francesca

  • Ada Regina Freire

  • Luca Gatteschi

  • Luca Giaccone

  • Giorgio Angelo Marconi

  • Francesca Morbidelli

  • Roberto Muzi

  • Stefania Pompele

  • Luca Pretti

  • Evan Rail

  • Simonmattia Riva

  • Emanuela Santi

I risultati del concorso saranno poi svelati sabato 13 novembre nel corso di un evento pubblico che si terrà a Ceresole d’Alba (CN), presso la sede dell’azienda GAI Macchine Imbottigliatrici.

Il concorso internazionale IGA Beer Challenge è organizzato da Associazione FoodAroundMy Personal Beer Corner e Cronache di Birra, con la partecipazione di Vini Buoni d’Italia ed è realizzato in collaborazione con l'Associazione Piazza dei MestieriBeer ZoneMicrobirrificiItaly Beer WeekWhatABeerPuroMalto con la media partnership di MoreNews e Travel Eat e grazie al contributo di GAI Macchine ImbottigliatriciTrovaBirre e Bici & Birra.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium