Economia - 22 ottobre 2021, 07:00

Stai pensando di investire? Ecco 5 aspetti da considerare

Investire in borsa e dare una svolta alla propria vita grazie a delle scelte di successo è il sogno di tutti.

Stai pensando di investire? Ecco 5 aspetti da considerare

Investire in borsa e dare una svolta alla propria vita grazie a delle scelte di successo è il sogno di tutti. Grazie a una condivisione delle informazioni sempre più rapida e trasparente, è ormai abbastanza frequente venire a conoscenza di come diversi investitori riescano a trasformarsi in maghi della finanza, senza avere un bagaglio di conoscenze particolarmente ampio.

In realtà il mercato borsistico presenta delle dinamiche molto complesse, che richiedono tempo e dedizione per poter essere comprese appieno. Pensare di potersi improvvisare esperti investitori è un’utopia, che può far pagare un prezzo abbastanza elevato: come dice il detto, Roma non fu costruita in un giorno.

Se l’esperienza rimane una delle migliori e più severe maestre, tuttavia possono esserci dei comportamenti e delle accortezze che aiutano il neofita a destreggiarsi meglio nel complicato mondo delle borse, limitando eventuali perdite e (nel migliore dei casi) massimizzando i profitti tanto sperati. Nonostante la crisi provocata dalla pandemia di Covid infatti, gli investimenti in azioni hanno riportato una crescita del 23,5%, seguita dall’aumento del quasi 9% dei derivati azionari. Chiaro segnale quindi che nonostante tutto il mondo della finanza mantiene la sua attrattività, soprattutto in relazione al mercato azionario.

La guida per investire in sicurezza

Le operazioni di investimento costituiscono delle decisioni non semplici, in cui diversi sono gli aspetti che si intersecano tra loro. Dati economici, report storici e analisi del sentiment di mercato sono alcuni degli elementi essenziali che vanno a formare una decisione di investimento. Ma sono soprattutto gli obiettivi dell’investitore che vanno inquadrati fin dall’inizio, in modo da focalizzarsi su quei titoli che rispondono al livello di rischio sostenibile, come azioni e obbligazioni ad esempio, evitando di incappare in scelte dettate più dall’emotività che dalla razionalità.

Secondo Maxim Manturov, Head of Investment Research presso Freedom Finance Europe, quando si tratta di investimenti “La prima cosa da fare è studiare l'azienda. Per avere una comprensione più profonda, uno degli investitori di maggior successo al mondo, Warren Buffett, mette in guardia dall'investire in società di cui non si conosce il modello di business. Quindi prima di investire in un'azienda occorre fare delle ricerche sulla stessa e capire come funziona.

Applicare il principio della diversificazione poi riduce i rischi relativi a singoli settori o a singole società, così come non allocare più del 5-10% del portafoglio in una singola società. Ma il più grande nemico degli investimenti sono le emozioni: gli investitori non dovrebbero lasciare che siano la paura o il desiderio di guadagno a guidare le loro scelte.

Dovrebbero invece concentrarsi su un quadro più ampio. I rendimenti del mercato azionario possono deviare in modo significativo nel breve termine, ma i rendimenti storici per i titoli a grande capitalizzazione possono raggiungere in media il 10% nel lungo termine".

Cosa fare e non fare quando si investe

Quando si muovono i primi passi nel mondo della finanza i comportamenti da seguire riguardano sia la psicologia dell’investitore che la sua preparazione tecnica. In estrema sintesi:

Poniti degli obiettivi precisi, sia di tempo che di investimento: stabilisci che tipo di investitore sei e quanto sei disposto a investire nel mercato, senza che questo incida sul tuo stile di vita quotidiano. Decidi anche la durata dell’investimento, se a breve, medio o lungo termine;

Inizia a studiare il funzionamento del mercato azionario: quali indici vengono utilizzati, i vari tipi di investimenti e di azioni disponibili, evidenziando la differenza tra l’uno e l’altro. Cerca di acquisire gradualmente praticità con le varie strategie di investimento, come l’ottimizzazione e la diversificazione del portafoglio;

Tieniti sempre aggiornato sull’andamento dei mercati finanziari, ma non solo: non dimenticare che i mercati borsistici sono particolarmente sensibili agli eventi politici e della società in generale, come ricordano anche le più importanti teorie per la previsione del trend di mercato. Diventare un investitore è di regola un percorso abbastanza lungo, che coinvolge a 360°;

Quando ritieni di aver individuato i titoli che corrispondono al tuo stile e alle tue aspettative, inizia ad andare più a fondo nella conoscenza della società che li ha emessi: analizzane il bilancio di almeno gli ultimi tre anni, e leggi le valutazioni degli esperti del settore. Se quella specifica società o quel settore appartengono a un campo che non riesci a inquadrare chiaramente, lascia stare: non farti coinvolgere dal trend o dall’emotività di emulare gli altri;

Mantieni sempre la lucidità e la razionalità: ottenere dei risultati positivi può portare a un eccesso di euforia, mentre le perdite possono provocare una sorta di rincorsa dei guadagni. Attieniti alla tua strategia di investimento iniziale, modificandola solo nel caso di eventi esterni non previsti. Inoltre, evita di dedicarti alla finanza nei momenti in cui sei stanco o facilmente influenzabile: mente lucida e obiettiva raramente rimangono con noi dopo una giornata di lavoro ad esempio.

Dopo aver stabilito una solida strategia di investimento che prenda in considerazione la tua situazione personale e quella del mercato di riferimento, aumenterà gradualmente anche la tua sicurezza. Ci saranno dei momenti in cui il valore delle tue azioni scenderà, ma non per questo ti sentirai costretto a vendere i titoli: pazienza e costanza sono alla base del successo, in ogni settore.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU