/ Politica

Politica | 23 ottobre 2021, 18:11

Stella, eccezioni sull'eleggibilità del consigliere D'Aliesio, insorge la minoranza. Il sindaco: "Aspettiamo parere del Ministero"

Il neo eletto in maggioranza era consigliere a Varazze. Il primo cittadino: "Le polemiche stanno a zero"

Stella, eccezioni sull'eleggibilità del consigliere D'Aliesio, insorge la minoranza. Il sindaco: "Aspettiamo parere del Ministero"

Il neo sindaco di Stella Andrea Castellini ha svolto nella serata di ieri il suo giuramento nel primo consiglio comunale, ma non è mancato il primo problema quando si sono insediati tutti i consiglieri ed è stata nominata la giunta.

Il primo punto all'ordine del giorno si concentrava sull'esame della condizione del sindaco e dei consiglieri eletti e il primo cittadino ha infatti esposto la bozza di delibera nella quale è riportato che nel verbale di fine consultazione elettorale, siglato dai tre Presidenti delle tre sezioni elettorali del Comune di Stella, sono state sollevate delle eccezioni in merito all'ineleggibilità del consigliere di maggioranza Marco D'Aliesio (nominato da Castellini assessore) che prima del voto era consigliere in carica nel Comune di Varazze subentrando lo scorso agosto al posto della dimissionaria assessore al turismo Bettina Bolla.

"Nella mia qualità di capogruppo di minoranza come dichiarazione al voto, ho rappresentato che il gruppo, prendendo atto che la questione era ancora in fase di chiarimento e, soprattutto, ancora in attesa del parere che deve essere espresso dal Ministero, si sarebbe espressa con l'astensione sul punto in deliberazione - ha detto l'ex candidato Roberto Cavicchini -

Il consigliere Bernardini successivamente prendeva la parola evidenziando che per il D'Aliesio, al di là del problema della ineleggibilità sopra riportato, si pone forse anche un problema di incandidabilità in quanto al momento della firma e della presentazione della candidatura a Consigliere Comunale si sottoscrive un modulo in cui si dichiara di non essere Consigliere in carica in altro Comune.

Il Sindaco obietta con questo tipo di lettura e risponde che la legge va letta e interpretata nella sua completezza. La discussione al momento termina ma l'argomento rimane aperto".

La tematica, come specificato nel parlamentino stellese, era stata segnalata alla Prefettura e successivamente, dopo approfondimenti condotti dal segretario comunale, è stato inoltrato un quesito in merito al Ministero dell'Interno che al momento non avrebbe risposto.

"È più che naturale che decadendo il Sindaco, un consigliere decada a sua volta di conseguenza. La norma probabilmente ha al suo interno un così detto vizio di forma e aspetteremo il parere del Ministero - il commento del sindaco Castellini -

Le polemiche per me stanno a zero, abbiamo solo da rimboccarci le maniche e da lavorare per rimettere in piedi il nostro Comune".

 

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium