/ Sanità

Sanità | 25 ottobre 2021, 08:16

Nascere a Pietra: "Invitiamo tutti i comitati e associazioni locali a partecipare all'Osservatorio Sanità Ligure"

"Stiamo assistendo ad un vero e proprio 'smantellamento' del servizio sanitario pubblico" attaccano dal comitato pietrese

Nascere a Pietra: "Invitiamo tutti i comitati e associazioni locali a partecipare all'Osservatorio Sanità Ligure"

"La situazione per la salute pubblica sta diventando insostenibile. Stiamo assistendo ad un vero e proprio “smantellamento” del servizio sanitario pubblico. Un attacco al sistema sanitario nazionale che parte da lontano, con l’istituzione del numero chiuso per le università di medicina, che oggi ha portato ad una forte carenza di personale". Cosi commenta in una nota il comitato "Nascere a Pietra". 

"Grandi interessi economici privati in ambito sanitario, che passo dopo passo hanno favorito le condizioni per l’inefficienza delle sanità pubblica, favorendo istituti e prestazioni private. Mentre il denaro pubblico risulta mal gestito, in favore di enti burocratici definibili “stipendifici” e forniture di materiali e strumenti medicali spesso non orientati all’efficienza". 

"L’ultimo parto in emergenza avvenuto nell’ospedale di Pietra Ligure, dove non esiste più il Punto Nascite da ormai 350 giorni è l’ennesimo campanello d’allarme che suona. Gli operatori sanitari hanno ritenuto opportuno effettuare una prestazione nello stesso luogo in cui l’amministrazione sanitaria ha ritenuto di eliminarla" prosegue il comitato.

"Ci viene rassicurato ogni volta che si sta lavorando  per la riapertura: bandi per ginecologi, bandi per pediatri, ecc. La realtà resta però immutata: il punto nascite è chiuso e come abbiamo detto fin dal primo giorno: “ogni giorno di chiusura è un rischio in più che corrono le donne e i nascituri del ponente ligure”. Il comitato Nascere a Pietra sta diventando un punto di riferimento anche per altre realtà che si stanno trovando in situazioni simili. In questi ultimi mesi abbiamo aperto la collaborazione con altre associazioni e comitati simili a noi sparsi su tutto il territorio regionale". 

"Parliamo di Cittadinanzattiva in provincia di Imperia, del Comitato a difesa dell’ospedale di Albenga, del Comitato a difesa dell’ospedale di Cairo, del Comitato SOS Polcevera, del Comitato a difesa dell’ospedale di Sarzana, dei sindacati e tanti altri con cui stiamo confrontandoci. Ascoltando la situazione negli altri territori liguri la sensazione è che le problematiche siano assolutamente molto simili". 

"Parliamo di riduzione di servizi, di accorpamenti, di privatizzazioni, di carenza di personale, di disorganizzazione, di pochi servizi dedicati alla prevenzione - conclude - E’ per questo che invitiamo tutti i comitati e associazioni locali a partecipare all’Osservatorio Sanità Ligure. Per iscriversi al gruppo regionale (CLICCA QUI); per seguire la pagina regionale (CLICCA QUI). 

https://www.facebook.com/Osservatorio-sulla-Sanit%C3%A0-Ligure-132744952325642/groups

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium