/ Politica

Politica | 28 novembre 2021, 10:28

Luana Isella e l'addio alla Provincia: "Non voglio essere causa di diatribe politiche: davanti metto il territorio"

"Quattro anni di impegno, problemi e ricerche soluzioni: chiudo con un bilancio positivo. Il futuro? La politica del fare mi troverà sempre in linea"

Luana Isella e l'addio alla Provincia: "Non voglio essere causa di diatribe politiche: davanti metto il territorio"

"Credo che siano le righe più difficili da scrivere in questo momento, ma sicuramente quelle più sentite e doverose per i tanti messaggi e telefonate, anche inaspettate, che sto ricevendo in queste ore". Si apre con queste parole il commento su Facebook di Luana Isella, consigliere provinciale uscente che non sarà tra i  candidati alle elezioni per il rinnovo del nuovo consiglio provinciale.

Un'esclusione che segue l'esperienza nelle fila di "Cambiamo" e la rottura con il centrodestra alla vigilia delle elezioni di Loano alle quali ha preso parte con la lista "Nuova Grande Loano", oggi minoranza del consiglio comunale loanese. 

"4 anni e qualcosa di più per causa del Covid-19 che ha fatto slittare le elezioni di qualche mese, di grande impegno, di battaglie, di problemi, di ricerca di soluzioni, di imprevisti, di catastrofi - ha proseguito Isella - Un ruolo quello del Consigliere delegato alla Viabilità arrivato un po' per caso il primo mandato, che non solo ho vissuto e ho svolto ma credo di aver difeso su tutta la linea. Con me una squadra fatta di donne e uomini, funzionari, dirigenti e tanti cantonieri che hanno vissuto ed affrontato con professionalità ogni emergenza che ci è capitata. A volte, scherzando, per sdrammatizzare un po' i momenti difficili, definivo il terzo piano della Provincia, ove sono concentrati gli uffici della Viabilità, un Pronto Soccorso dove ogni giorno arriva qualche emergenza riguardante le strade".

"Le risposte da dare ai Sindaci e agli amministratori, ma anche e soprattutto ai cittadini non sono sempre state semplici - ha continuato l'attuale consigliere comunale di Loano - La crisi finanziaria dell’Ente, i continui tagli sia economici che al personale non permettono spesso una soluzione immediata al problema segnalato, ma qualcosa si può dire che l’abbiamo fatta. Organizzando gli uffici per essere pronti ad inseguire i finanziamenti Regionali e Statali, i continui contatti con il territorio, l’esperienza di molti cantonieri, ha permesso che dei risultati li ottenessimo, dei lavori fermi da anni venissero eseguiti e soprattutto che tante emergenze venissero sanate".

"La mia situazione politica, ormai nota alle cronache, mi ha imposto più di una riflessione che ha visto mettere in primo piano le esigenze del territorio. Mai avrei voluto che la mia candidatura fosse spunto di diatribe politiche, di lotte ad una poltrona che di potere, lo avrete capito ha ben poco. L’ho sempre detto e continuo a ribadirlo, sono un tecnico prestato alla Politica, finchè servo come tale ci sarò oltre non mi spingo perché credo ancora che la Politica debba essere a servizio della gente, e quello che sono stata in grado di fare l’ho fatto solo ed esclusivamente per risolvere i problemi legati alla nostra viabilità".

"Chiudo il percorso in Provincia con un bilancio credo positivo, sicuramente a livello personale ho imparato tantissimo e se oggi ho le spalle un po' più grosse è per tutte le esperienze positive ma soprattutto negative che ho vissuto. Sono tante le persone che ho avuto la fortuna di incontrare, qualcuno è ancora con me altri no, ma questo è il gioco della vita. Sicuramente non concludo il mio impegno politico, perché mi aspettano 5 anni di minoranza a Loano dove continuerò a portare il mio contributo. Tutto ciò che verrà in seguito se sarà finalizzato alla politica del fare mi troverà in linea, tanto ormai come la penso politicamente è noto a tutti" ha infine concluso Luana Isella.

 

Roberto Vassallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium