/ Economia

Economia | 10 gennaio 2022, 11:15

Calo del prezzo medio dell’assicurazione auto: analisi IVASS

Secondo l’ente di vigilanza il 50% degli italiani ha pagato, nel secondo trimestre, un importo inferiore ai € 324,00 mentre il 10% ha corrisposto un premio inferiore a € 200,00

Calo del prezzo medio dell’assicurazione auto: analisi IVASS

Uno degli stereotipi più diffusi nel mondo dell’automotive è quello secondo cui i costi dell’assicurazione RCA sono sempre troppo cari, anche quando oggettivamente non lo sono. Primariamente occorre considerare che ci sono numerose variabili che concorrono a comporre il prezzo di una polizza assicurativa, queste variabili non dipendono dalla volontà di una singola compagnia ma sono il risultato di impostazioni condivise e di pubblico dominio.

Due tipici esempi, tra i tanti possibili, sono quelli legati alla provincia di appartenenza e dal grado di esperienza dell’utente che intende sottoscrivere un contratto RCA. Un altro parametro, forse il più importante nel determinare il costo di una polizza, è l’attestato di rischio. La provincia di appartenenza quand’anche incida in modo significativo è un parametro fluttuante che viene aggiornato ogni anno in base al numero di sinistri verificatisi in una data provincia. Al neo-patentato, invece, viene incontro la legge Bersani del 2007 e i successivi aggiornamenti del 2020 sul tema della RC Auto familiare. Come è noto, in virtù di queste regole, è possibile ereditare la classe di merito di un convivente familiare con la relativa riduzione dei costi assicurativi.

Ciò premesso, oltre la personale percezione, la realtà è ben diversa: secondo la più recente analisi condotta dall’IVASS infatti, il prezzo medio dei premi RCA è in costante calo. Il testo completo dell’analisi redatta dall’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni è disponibile qui.Secondo l’ente di vigilanza il 50% degli italiani ha pagato, nel secondo trimestre, un importo inferiore ai € 324,00 mentre il 10% ha corrisposto un premio inferiore a € 200,00. Su base annua il calo è stato intorno al 5,9%, quindi in linea col calo che si era registrato nel primo trimestre (5,4%).

Un calo significativo si è registrato anche in molte province del sud notoriamente care, per quello che riguarda la polizza RCA, rispetto a molte altre province del territorio nazionale e del nord in particolare. Crotone (-9,3%), seguita da Roma (-8,4%) e Palermo (-8,3%) sono quelle che hanno maggiormente beneficiato del calo. Molto buona la performance anche a nord con Milano, Bologna e Rimini, che hanno fatto registrare cali con percentuali oltre il 7.

Un contributo non secondario al calo del prezzo medio dell’assicurazione auto è venuto anche dalla sempre maggior diffusione della black box. Indicativamente, nel 2021, per ogni 5 auto di nuova immatricolazione, una ha montato la black box beneficiando, in tal modo, degli sconti applicati al premio assicurativo in questa circostanza. Tuttavia, ci sono anche altri modi per risparmiare sul costo dell’assicurazione auto. Richiedere un preventivoassicurazione auto online stipulando successivamente un contratto online tramite ConTe.it non è solo garanzia di risparmio ma anche di ottima assistenza commerciale e tecnica grazie alla solidità di un Gruppo che conta 7.000 dipendenti, di cui ben 600 nel nostro Paese, con un servizio assistenza sinistri disponibile H24 per 365 giorni all’anno. 

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium