ELEZIONI COMUNE DI CAIRO MONTENOTTE
ELEZIONI COMUNE DI BORGHETTO
 / Politica

Politica | 14 maggio 2022, 19:49

Comunali 2022, Giorgia Ferrari presenta la lista "Cairo in Comune" (FOTO)

Sanità, lavoro, sociale e tutela dell'ambiente sono i capisaldi del programma elettorale. L'ospedale resta una punto assai importante: "Serve un presidio H24 e 365 giorni all'anno"

Comunali 2022, Giorgia Ferrari presenta la lista "Cairo in Comune" (FOTO)

Nel pomeriggio odierno nei locali della Soms "G.C. Abba" la candidata sindaco Giorgia Ferrari ha presentato la lista "Cairo in Comune". 

Una lista civica, fuori dalla logica dei partiti, composta da persone con diversi orientamenti politici: "Non è stato un percorso semplice poiché abbiamo subito pressioni per non candidarci - spiega la Ferrari - Durante la composizione della lista non ho chiesto tessere di partito, ma la disponibilità nel mettere in campo le loro conoscenze a disposizione di questa città. Il programma elettorale mette al centro del progetto il cittadino e le associazioni del territorio". 

Questi i componenti della lista: Ramona Arnello 49 anni socio lavoratore cooperativa; Rossella Bisazza, 36 anni artista; Romina Bogliacino, 51 anni insegnante; Michele Carlevarino, 50 anni operaio; Gloria Caviglia, 59 anni insegnante; Uberto Cremonini, 50 anni responsabile amministrativo; Nadia Ferraro, 51 anni insegnante; Tiziano Ferraro, 44 anni responsabile acquisti; Luca Mastromei, 55 anni impiegato; Andrea Nari, 25 anni insegnante; Silvano Nervi, 65 anni pensionato; Elisa Queirazza, 36 anni educatrice; Loredana Scatena in Zei, 53 anni infermiera; Teodor Stefa, 35 anni, ingegnere; Fosca Tesi, 57 anni impiegata; Lisa Tortarolo detta Chebello, 22 anni studentessa. 

Tra i capisaldi del programma elettorale figurano la sanità, il lavoro, la tutela dell'ambiente e il sociale.https://cairoincomune.it/

La questione ospedale con la richiesta di riattivazione del pronto soccorso rappresenta una punto assai importante: "Noi crediamo che il servizio di primo intervento (con dotazione di due automedicali) sia essenziale e debba essere strutturato con personale in pianta stabile idoneo per numero e professionalità a garantire piena funzionalità su 24 ore e 365 giorni all’anno" spiega la Ferrari. 

"Questo servizio deve rimanere pubblico. Il progetto regionale per trasformare la struttura attuale in una “casa di comunità” e “reparto di comunità” deve essere rimesso in discussione radicalmente (anche facendo squadra con Albenga), poiché non risponde alle necessità del territorio e non prevede l’impiego più funzionale delle strutture edili e delle attrezzature esistenti. Occorre dotare nuovamente il nostro ospedale di un reparto di medicina e di un reparto di riabilitazione; prima della chiusura dovuta al Covid offrivano un servizio indispensabile ai pazienti, soprattutto ai più anziani, che ora sono costretti a faticose trasferte all'ospedale di Savona o di Pietra Ligure. E’ necessario riattivare la Day Surgery, in modo da dare una risposta agli interventi di bassa complessità e smaltire le lunghe liste di attesa che spesso costringono i pazienti (quelli che ne hanno la possibilità economica) ad affrontare i costi per interventi eseguiti in regime privato". 

"Si parla di un finanziamento di 10 milioni. Noi crediamo che l’investimento in edilizia ed attrezzature sarà vano se non inquadrato in un progetto durevole di pubblico servizio, di cui devono essere chiaramente definite le competenze, i campi di intervento ed il coordinamento funzionale con le strutture ai livelli di Provincia e Regione - conclude la Ferrari - Non siamo inclini a promesse di sapore elettorale, effimere perché prive di ogni rapporto con la realtà valbormidese".

Graziano De Valle

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium