/ Politica

Politica | 06 luglio 2022, 18:33

Savona, nasce un gruppo aperto contro la politica del sindaco Russo: "Fermiamo questa demagogia propagandistica prima che sia troppo tardi"

Promotore il savonese Flavio Fiumara, candidato nelle file di RiformiAmo a sostegno proprio del primo cittadino alle ultime comunali: "Non dobbiamo accettare e stare a guardare la distruzione completa della nostra città"

Savona, nasce un gruppo aperto contro la politica del sindaco Russo: "Fermiamo questa demagogia propagandistica prima che sia troppo tardi"

"Fermiamo questa demagogia propagandistica prima che sia troppo tardi. Abbiamo già constatato abbastanza quanto la situazione cittadina sia ulteriormente peggiorata".

A dirlo è Flavio Fiumara, cittadino savonese che ha annunciato sui social la nascita di un gruppo aperto a tutti quelli che vogliono opporsi e contrapporsi alle attività amministrative che governano la città di Savona.

"Un gruppo con finalità anche politiche con obbiettivo governare Savona fuori dalla solita demagogia propagandistica del faremo, del non fatto e del non faranno mai" ha proseguito Fiumara in un chiaro attacco al sindaco Marco Russo e alla sua giunta. Fiumara, 68 anni, era stato candidato alle ultime elezioni comunali nelle file di RiformiAmo Savona, lista a sostegno proprio del poi eletto primo cittadino. Un cambio di rotta quindi probabilmente figlio della contrarietà per le politiche messe in atto dal sindaco.

"Dove vogliamo arrivare? Cosa dobbiamo sopportare ancora? Abbiamo commesso un grave errore di valutazione alle ultime elezioni comunali, ed io per primo, ma non per questo, adesso dobbiamo accettare e stare a guardare la distruzione completa della nostra città - ha continuato Fiumara - Uniamoci. Uniamo la nostra grande forza di pensiero, di opinione e i nostri ideali per cambiare davvero questa città".

"La città adesso non offre più nulla ed è sempre sporca e degradata come prima, ma non soltanto in quello che puoi vedere e che puoi toccare ma viene anche offesa nel più profondo orgoglio, nella sua anima e nel sommerso più nascosto dei nostri quartieri, In ogni angolo completamente a 360 gradi, nulla si salva più. Non esiste più il rispetto morale e materiale per le cose e per il cittadino - ha proseguito il cittadino savonese da anni in prima linea nella lotta per la salvaguardia della fauna alla foce del Letimbro - Il cittadino, non viene né tutelato e né difeso dalle continue infrazioni alle leggi governative e cittadine, che rimangono continuamente impunite nonostante vengano segnalate dai cittadini ai numeri di emergenza o alle sedi competenti. Le istituzioni non funzionano più e i mancati interventi a tutela del cittadino, ormai non si contano più".

"Ogni luogo è abbandonato a se stesso, e i preposti non si prodigano abbastanza per risolvere i problemi esposti dai cittadini. Siamo all'indifferenza completa. Anche il nostro turismo da terzo mondo, rispecchia la condizione in cui viviamo e ci attiriamo soltanto il lato peggiore che porta ancora più degrado - conclude con un vero e proprio appello - Cittadini, soltanto un'opposizione determinata, può cambiare questo sistema, e davvero migliorare la nostra città. Unisciti a questo gruppo di contrapposizione a questa amministrazione e a tutto il sistema demagogo per poter realizzare veramente le nostre idee e i progetti per una città veramente vivibile".

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium