/ Sport

Sport | 05 dicembre 2022, 10:16

Genoa, dopo il ko col Cittadella sulla graticola squadra e tecnico. Blessin di nuovo in bilico?

Dalla serata di ieri si rincorrono voci su un possibile cambio, nonostante le conferme di settimana scorsa. Gilardino possibile soluzione ponte

Genoa, dopo il ko col Cittadella sulla graticola squadra e tecnico. Blessin di nuovo in bilico?

È passata una settimana, di mezzo ci si è messo un confronto tra squadra e staff, anche tra dirigenti della gestione sportiva e aziendale nel più stretto senso del termine. Eppure, il day after di Genoa-Cittadella ricorda tremendamente quello di Perugia.

Non ci sono parole dette e, forse, mal interpretate dalla stampa stavolta. A prendere il loro posto i fischi assordanti del popolo rossoblù che inizia a perdere la pazienza per quanto di poco e confuso si è visto in campo. E lo dimostra anche il dato dei paganti: quasi 3mila in meno rispetto all'ultima interna col Como.

Da allora c'è stata una sosta, poi la rovinosa trasferta umbra. La linea tecnica però, di fronte a una squadra parsa in costante decrescendo di identità e certezze dalla sfida al Brescia in poi, è rimasta tale dettata dal plenipotenziario sportivo del gruppo 777 Partners, Spors: avanti con Blessin

È chissà se l'ultima asfittica uscita, contornata da una cornice di tifo sempre meno convinta, per essere eufemistici, ha cambiato quei piani parsi finora granitici, almeno nelle intenzioni. A essere in discussione pare essere ancora una volta, oltre ai giocatori invitati a tirare fuori gli attributi o cambiare mestiere, il futuro del tecnico Blessin, con una possibile "soluzione ponte" all'orizzonte affidando la panchina al mister della Primavera, Alberto Gilardino.

L'ex Ostenda ha affermato ancora ieri nel post partita, come già successo nella conferenza stampa del pre, di sentire la fiducia della società, la quale si sarebbe nei giorni scorsi data tempo almeno fino alla pausa dopo Natale. Certo è da capire se si trattasse di dichiarazioni "di facciata" o meno, quel che invece non ha lasciato dubbi sono i fischi e i cori giunti quasi dal Ferraris intero. 

A volte la medicina è il campo, altre no, è già oggi dal "Pio-Signorini" una risposta la si potrà avere, se non altro per chi guiderà la seduta di allenamento. Nella serata di ieri era già atteso, secondo alcune voci, il benservito al tecnico di Stoccarda, al momento invece nulla si muove su quel fronte. 

Se la squadra reagirà in qualche modo all'ennesimo schiaffo, il primo casalingo, si capirà presto, già giovedì prossimo con l'arrivo al Ferraris del Sudtirol. Gli altoatesini si sono candidati per ora al ruolo di Cenerentola della cadetteria, guarda caso proprio dal cambio in panchina con l'arrivo di Bisoli, uomo esperto di categoria come era Andreazzoli (accasatosi alla Ternana), come lo sono Semplici e Bjelica, gli altri due nomi che sembrerebbero, nel caso di avvicendamento, in lizza.

Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium