/ Solidarietà

Solidarietà | 02 marzo 2023, 16:54

Da Savona, sostegno alla manifestazione nazionale indetta da Cgil-Cisl-Uil per i fatti di Firenze

Il 4 marzo a Firenze

Da Savona, sostegno alla manifestazione nazionale indetta da Cgil-Cisl-Uil per i fatti di Firenze

Le Organizzazioni Antifasciste Savonesi Anpi, Aned, Arci e Isrec, profondamente indignate per i fatti accaduti davanti al Liceo Leonardo Da Vinci di Firenze, sostengono l’iniziativa programmata per il prossimo 4 marzo a Firenze dove a Flc Cgil insieme a Cisl e Uil scuola, hanno lanciato una grande manifestazione a cui parteciperanno, oltre ai sindacati, tutte le realtà democratiche. Una manifestazione antifascista e a difesa della scuola della Costituzione. "Noi crediamo nel valore della scuola statale di questa Repubblica e, poiché sappiamo quanto l’indifferenza sia un male silenzioso che mina alle fondamenta la democrazia, vogliamo reagire e chiediamo alle organizzazioni sindacali e a tutte le realtà democratiche e antifasciste di questa città e di questo Paese di schierarsi al nostro fianco", scrivono le Rsu.

“Sabato 18 febbraio, abbiamo appreso dai media di un aggressione gravissima avvenuta davanti al liceo Leonardo Da Vinci di Firenze, dove un raid di membri di Azione studentesca – organizzazione affigliata alla destra - esterni alla scuola, hanno pestato alcuni studenti in quella che è stata definita una tipica azione squadrista e fascista. Non a caso e giustamente la procura di Firenze ha aperto un fascicolo in cui si ipotizza il reato di violenza privata aggravata”. Ad affermarlo i membri di Anpi, Aned, Anci e Isrec.

“La preside del liceo scientifico Leonardo Da Vinci di Firenze Annalisa Savino, che sta ricevendo in queste ore grande solidarietà da insegnanti, dirigenti scolastici di tutto il Paese, ha reagito scrivendo una esemplare lettera aperta sul caso a studenti, genitori e personale Ata della scuola che dirige: ‘Il fascismo in Italia non è nato con le grandi adunate da migliaia di persone. È nato ai bordi di un marciapiede qualunque, con la vittima di un pestaggio per motivi politici che è stata lasciata a se stessa da passanti indifferenti. ’Odio gli indifferenti' diceva un grande italiano, Antonio Gramsci, che i fascisti chiusero in carcere fino alla morte, impauriti come conigli dalla forza delle sue idee’, si legge nella prima parte della lettera”.

“Per tutta risposta il Ministro dell'Istruzione e del merito Giuseppe Valditara ha definito quella della preside ‘una lettera del tutto impropria’, aggiungendo ‘mi è dispiaciuto leggerla, non compete a una preside lanciare messaggi di questo tipo’, minacciando sanzioni e provvedimenti nei confronti del dirigente scolastico fiorentino”, concludono.

Per chi volesse partecipare all’evento, è possibile prenotare posti in pullman presso la Camera del Lavoro di Savona.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di SavonaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium