/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 11 settembre 2020, 13:33

Giustenice piange la scomparsa di Vittorio Galletti, reduce di Russia

I funerali avranno luogo quest'oggi, venerdì 11 settembre alle ore 15.00, nella Chiesa di San Lorenzo

Giustenice piange la scomparsa di Vittorio Galletti, reduce di Russia

La comunità di Giustenice in lutto per la scomparsa, all'età di 98 anni, di Vittorio Galletti, persona molto conosciuta nella località dell'entroterra pietrese, ma non solo, soprattutto per le vicende legate alla seconda guerra mondiale alla quale aveva preso parte tra i soldati italiani impegnati nella campagna di Russia.

Nato a Magliolo (frazione Canova) il 6 giugno del 1922, nel 1941 era stato nominato carabiniere e assegnato alla legione di Genova. Il 1° maggio del 1942 la partenza per la Russia dove è giunto il 25 giugno seguente, aggregato all'8^ armata dislocata vicino al Don a servizio del tribunale di guerra. Un'esperienza, quella nell'est europeo, vissuta anche dal fratello Armando: i due, senza mai incontrarsi, riuscirono entrambi a ritornare a casa.

Rientrato in Italia il 2 luglio 1943 e trasferito alle caserme di Nava e Ceriana, dopo l'8 settembre finì prigioniero dei tedeschi dai quali riuscì a sfuggire prima di essere condotto in Germania. Dopo il ritorno alla legione carabinieri di Genova nell'agosto del 1945, il definitivo congedo nel gennaio del 1946.

I funerali avranno luogo quest'oggi, venerdì 11 settembre alle ore 15.00, nella Parrocchia di Giustenice, Chiesa di San Lorenzo. Vittorio Galletti lascia la moglie Iolanda, le figlie Giuseppina, Olga e Dina, i generi Gianni e Aldo oltre ai parenti tutti.

Roberto Vassallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium