Leggi tutte le notizie di A PROPOSITO DI... ›

A proposito di... | 03 aprile 2021, 08:25

Vaccino, vincono i furbetti

Bruno Lugaro si racconta: "Una battaglia persa che sto combattendo con l'onore delle armi"

Vaccino, vincono i furbetti

Oggi vi parlo di me ma non per vanagloria.

Piuttosto per condividere i problemi di tanti vulnerabili che non sono stati neppure messi in lista d'attesa per il vaccino anticovid.

Ho la malattia di Parkinson da otto anni. Per evitare che mi consumi come una candela devo assumere farmaci e fare molta attività fisica. È una battaglia persa ma voglio almeno l'onore delle armi. Per questo fino al febbraio del 2020 ho fatto vita da atleta. Poi è arrivato il Covid. La chiusura delle palestre e le varie restrizioni mi costringono da un anno ad allenarmi da solo in casa. Naturalmente Mr Park ne ha approfittato.

Ora scopro che in questo mio personale duello con la malattia non potrò neppure giovarmi di una vaccinazione rapida, poiché non sono considerato paziente vulnerabile e non ho i requisiti anagrafici. Mi chiedo quale logica abbia ispirato questa discriminazione. Se è la stessa che ha consentito al mio collega Scanzi, giornalista del "Fatto" di essere vaccinato sebbene sano. I veri effetti del Covid li misureremo nei prossimi anni quando verranno al pettine i nodi delle patologie degenerate perché trascurate. Oggi prendiamo atto di clamorose ingiustizie che rendono il nostro Paese ridicolo.

Bruno Lugaro


Per contattare l'autore, scrivi a lugaro@savonanews.it

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium