Attualità - 02 febbraio 2023, 11:20

Il comune non ha abbastanza personale, via libera ad una manifestazione d'interesse per la gestione della biblioteca di Celle

Il corrispettivo a favore della ditta aggiudicataria è determinato in 73mila 953 euro per due anni e 110mila 205 euro compreso l’eventuale rinnovo

Il comune non ha abbastanza personale, via libera ad una manifestazione d'interesse per la gestione della biblioteca di Celle

Via libera ad una manifestazione d'interesse per la gestione della biblioteca civica Pietro Costa di Celle Ligure.

L'amministrazione comunale cellese, ha espresso l’intenzione di sperimentare una nuova configurazione del servizio che prevede un mutamento ed una estensione della tipologia delle prestazioni da realizzare visto che il comune non dispone di personale per gestire direttamente il servizio dovrà essere necessario individuare una ditta.

Il servizio in scadenza il prossimo 31 marzo è attualmente gestito da Agorà Società Cooperativa Sociale e verrà affidato per due anni con un successivo bando di gara con un eventuale rinnovo di un ulteriore anno.

Il corrispettivo a favore della ditta aggiudicataria è determinato in 73mila 953 euro per due anni e 110mila 205 euro compreso l’eventuale rinnovo.

La ditta aggiudicataria dovrà provvedere ad articolare il servizio su 29 ore settimanali di apertura al pubblico della biblioteca con questi orari: lunedì dalle ore 14.00 alle ore 18.00; martedi dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00; giovedi dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00; sabato dalle ore 09.00 alle ore 18.00.

Nell’orario di apertura, l’operatore dovrà svolgere, sotto la propria responsabilità ed in stretto contatto con il referente e il responsabile della Biblioteca – Ufficio Cultura, le mansioni: apertura e chiusura dei locali, compresi quelli della sala smart working, salvo diversa organizzazione del servizio; gestione della biblioteca mediante la propria organizzazione interna, garantendo l’accesso del pubblico e le attività ad esso correlate quali l’accoglienza, informazione e assistenza agli utenti; iscrizione utenti, servizio di prestito e restituzione del materiale bibliografico (dovranno essere attivate le procedure per il sollecito alla restituzione), tenuta dei relativi registri e schedari attraverso sistema informatico, sia per quanto riguarda i libri cartacei che digitali; gestione del patrimonio informativo, trattamento e riordino di tutto il materiale, catalogazione e inventariazione anche informatica attraverso il sistema SBN web del materiale librario e compilazione delle relative schede, ricollocazione e riordino a scaffale, archiviazione; etichettatura e timbratura del materiale bibliografico; 6. controllo e bonifica dei cataloghi; promozione e gestione del sistema di prestito digitale; gestione del servizio di consultazione della postazione multimediale per l’accesso a Internet e a banche dati.

Dovrà inoltre prevedere ulteriori 14 ore medie mensili di chiusura al pubblico o rivolte ad un pubblico specifico, da destinarsi all’organizzazione e realizzazione di attività di promozione culturale e della lettura secondo un programma concertato con l’Assessorato alla Cultura del Comune.

La ditta aggiudicataria deve assumere con contratto di lavoro coerente con quello in corso, le due unità di personale attualmente in servizio nella biblioteca comunale per l'attività oggetto dell'attuale affidamento alla ditta cessante, a far data dall’inizio dell’appalto, con passaggio diretto e immediato, senza soluzione di continuità e mantenendo lo stesso trattamento economico e giuridico previsto, compresa l’anzianità maturata fino a quel momento.

Luciano Parodi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di SavonaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU